Commenta

Punto Nascite, Perteghella
invita la giunta di Viadana a
convocare consiglio comunale

"Il Comune di Viadana - si legge - non può ignorare il problema o assumere un atteggiamento rinunciatario, cercando di sfilarsi da una discussione così importante se vuole esercitare un ruolo da protagonista".

VIADANA – “In qualità di titolari di carica pubblica a Viadana, abbiamo l’onere di mettere in campo tutte le azioni possibili per difendere un servizio primario ed essenziale per la nostra comunità”. Inizia così il comunicato stampa di Silvio Perteghella, consigliere di minoranza di Viadana per la lista “Viadana Democratica”.

“L’annuncio dato dall’Assessore Regionale Gallera – spiega Perteghella – deve indurci all’apertura di uno spazio di pubblico dibattito nel quale gli amministratori pubblici, l’Asst di competenza, i comitati, ed i cittadini interessati possano confrontarsi apertamente senza contrapposizioni di natura politica per difendere i servizi sanitari del territorio ed in particolare il Punto Nascite dell’Ospedale Oglio Po. Il Sindaco Giovanni Cavatorta detiene la presidenza dell’assemblea dei Sindaci dell’ambito sperimentale degli ex distretti Asl di Casalmaggiore e Viadana appunto. Il territorio mantovano e cremonese sono ampiamente rappresentati sia a livello Regionale e Nazionale”.

“Il Comune di Viadana – si legge – non può ignorare il problema o assumere un atteggiamento rinunciatario, cercando di sfilarsi da una discussione così importante se vuole esercitare un ruolo da protagonista nella difesa del servizio e come “capofila del distretto sperimentale”. Se le minoranze consiliari al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale Viadanese chiedessero la convocazione di un Consiglio Comunale aperto, le logiche della contrapposizione politica porterebbero il Sindaco a definirla un’azione da “caciara politica” come già letto nei giorni precedenti. L’invito quindi che mi sento di rivolgere alla maggioranza politica viadanese è che si facciano carico loro di indire la convocazione di un Consiglio Comunale aperto invitando tutti i Sindaci del Distretto, i comitati, i Consiglieri Comunali, l’Assessore Regionale alla Sanità, i detentori di cariche pubbliche che a vario titolo sono stati eletti o nominati e che possono rappresentare il territorio nelle varie sedi istituzionali”.

“In momenti come questo – conclude Perteghella – vanno superate le varie contrapposizioni per avere come unico obiettivo la tutela degli interessi del territorio e dei suoi servizi. Se la maggioranza politica Viadanese non dovesse accogliere questo invito (convocazione del Consiglio Comunale aperto), sono certo che le minoranze si i incaricheranno di sostituirsi all’Amministrazione Comunale”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti