Commenta

Augusto, splendido
nonnino, cerca casa. 12
anni di pura tenerezza

Ha un'età presunta di circa 12 anni. Si porta dietro tutti i malanni tipici dei cani anziani trascurati: zoppica e mostra dolore al posteriore, presenta soffio cardiaco, tosse, cataratte agli occhi

CALVATONE – Abbandonare un cane è un gesto vigliacco, sempre e comunque. E non importa quali siano le cause, non importa quali siano i problemi. Abbandonare un cane, dopo aver fatto con lui un pezzo della propria strada ed averne condiviso parte della propria vita è vile. Non li lasciano i barboni sotto i ponti, dividono con loro quel poco che hanno, mostrando una dignità che taluni, con molte più possibilità, non mostrano di avere.

Non si sa se è il caso di Augusto, meticcio di taglia media contenuta, si spera si sia solo perso, ma tante sono le storie simili alla sua. A volte è la vacanza, altre l’arrivo di un figlio, altre ancora il sopraggiungere dei primi acciacchi. Tante sono le storie di abbandono a cui i volontari hanno assistito in questi anni ed il problema, d’estate, aumenta. Nessuno a Scandolara Ripa D’Oglio, comune con 600 anime dove è stato accalappiato, lo ha riconosciuto. Magari è stato abbandonato lì da un forestiero. O appunto, si è perso, senza ritrovare la strada di casa.

“Augusto – scrivono i volontari de La cuccia e il Nido – è il classico protagonista degli abbandoni estivi che colpiscono i più deboli ed indifesi: gli anziani.

Augusto è stato trovato vagante sprovvisto di microchip a Scandolara Ripa d’Oglio (CR), un piccolo comune di sole 600 anime. E’ possibile che nessuno l’abbia riconosciuto o avvertito un ipotetico padrone?

Ha un’età presunta di circa 12 anni. Si porta dietro tutti i malanni tipici dei cani anziani trascurati: zoppica e mostra dolore al posteriore, presenta soffio cardiaco, tosse, cataratte agli occhi.

Vorremmo non credere che esista qualcuno capace di abbandonare un cane così bisognoso. Eppure ogni volta che entra un cane anziano è per noi una fitta al cuore, perché le possibilità che venga adottato sono estremamente basse, per non dire nulle. Già, bisogna essere realisti: non vengono adottati cani di pochi anni, figuriamoci un povero nonnino.

Augusto continua a girovagare nel box, è stanco, spaesato e triste. Nonostante ciò è un cane buonissimo, pacato e tranquillo. Non ha molta dimestichezza col guinzaglio e ancora non lo abbiamo testato con i suoi simili, per non stressarlo ulteriormente.

Senza dubbio Augusto entrando in Canile ha già migliorato nettamente la sua qualità di vita, ora è curato, ha una ciotola di cibo, una cuccia in cui dormire e riposare… Ha anche le coccole dei volontari, che non bastano mai… Eppure spereremmo che anche per lui possa arrivare una famiglia vera… Non vorremmo mai vederlo spegnersi in Rifugio”.

Augusto merita una famiglia che sappia fargli passare con tranquillità ed amore gli ultimi anni della propria vita. Si trova al Canile Rifugio la Cuccia e il Nido Anpana Onlus di Calvatone (CR) – Aperti tutti i giorni dalle 15:00 alle 19:00, weekend compreso – Telefono 348/5929761.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti