Commenta

International Festival, la prima
volta della Nuova Zelanda e di
un coro: è un martedì speciale

Il coro giovanile, che arriva da Westlake, è composto da una novantina di elementi che in contemporanea saliranno sul palco: per questo occorrerà una buona organizzazione anche scenografica e logistica. GUARDA IL VIDEO

CASALMAGGIORE – Chi pensava di averle viste, e sentite, tutte, stavolta dovrà ricredersi: perché al Casalmaggiore International Festival, per la prima volta in 22 edizioni, arriverà un coro. Molto particolare peraltro, che proviene nientemeno che da Auckland, Nuova Zelanda. Un appuntamento che Angelo Porzani, presidente degli Amici del Casalmaggiore International Festival, già annunciò nel discorso inaugurale di lunedì scorso, a conferma di quanto venga considerato significativo l’evento, tanto da evidenziarlo in mezzo a una cinquantina totale di concerti. Una prima volta particolare e al contempo molto intrigante, grazie ad un repertorio che spazia da canti religiosi a rivisitazioni, in chiave polifonica, di canti tradizionali maori.

Il coro giovanile, che arriva da Westlake, è composto da una novantina di elementi che in contemporanea saliranno sul palco: per questo occorrerà una buona organizzazione anche scenografica e logistica nel Cortile di Santa Chiara, spazio abituato a ospitare qualche gruppo musicale ma non con un numero così ampio di partecipanti attivi. Il Westlake Boys and Girls High Schools Choir nasce pochi anni dopo l’istituzione del college, che risale al 1958 nella sua componente prettamente femminile (tre anni dopo nasce il corrispettivo maschile). Da allora ad ogni annualità corrisponde una folta produzione artistica, che passa appunto pure dalla musica e dai canti tradizionali neozelandesi.

Una vera e propria istituzione che sbarca ora a Casalmaggiore: alle 21.15 di martedì sera (nel secondo di tre appuntamenti giornalieri) il Casalmaggiore International Festival vivrà una nuova tappa, una primizia assoluta, del suo cammino. Perché dopo 22 anni questa rassegna, votata alla musica classica ma aperta evidentemente sempre a nuove esperienze, non ha ancora finito di sorprendere. Di seguito ecco il programma completo dei tre concerti organizzati per martedì:

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti