Commenta

Bigenitorialità, Torchio spiega:
"Rinvio discussione inevitabile
dopo gli emendamenti"

"Non si tratta di questione ideologica ma di rispetto del solo del consiglio che sarà chiamato a esprimersi. Al riguardo la maggioranza è in linea con gli altri comuni, di diversi colori e coalizioni, che si sono già pronunciati favorevolmente alla proposta".

BOZZOLO – Sulla questione della bigenitorialità interviene il sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio, che prova a ricostruire la vicenda approdata in consiglio comunale, anche se la discussione è stata rimandata in una delle prossime sedute consiliari. “Da diversi anni – spiega Torchio – si è posto il problema della bigenitorialità per azione, dapprima, di padri separati del gruppo “Genitori per sempre” e poi dell’associazione “Bigenitori”, operante in varie realtà ed insignita della massima distinzione onorifica della Regione, la Rosa Camuna. Con queste premesse e nel costante confronto con l’associazione, dopo la consultazione dei provvedimento adottati in città grandi, medie e piccole dell’intero Stivale, alla giunta e alla maggioranza di Bozzolo era parsa necessaria l’adozione di un provvedimento che accogliesse le legittime attese degli interessati”.

“L’oggetto è stato iscritto all’ordine del giorno dell’ultimo consiglio comunale per l’approvazione – conclude Torchio – . Solo durante la seduta consiliare sono stati presentati quattro emendamenti al testo da parte della minoranza. Poiché ho ritenuto di approfondirne il contenuto, ho chiesto di rinviare l’oggetto alla trattazione nella prossima seduta. Non si tratta di questione ideologica ma di rispetto del solo del consiglio che sarà chiamato a esprimersi. Al riguardo la maggioranza è in linea con gli altri comuni, di diversi colori e coalizioni, che si sono già pronunciati favorevolmente alla proposta ed è in grado, in piena autonomia, di sostenerla”.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti