Cultura
Commenta

Teatro Comunale Casalmaggiore, bilancio approvato: la copertura spese si attesta al 70 per cento

Nel bilancio consuntivo, si segnala, rispetto al previsionale, un aumento di entrate e una diminuzione di spese, con una differenza finale a carico del Comune di € 30.600,00 circa.

CASALMAGGIORE – Approvato dalla giunta il bilancio consuntivo della Stagione Teatrale 2017/2018, terminata nel mese di maggio, che ha registrato ancora risultati positivi in linea con gli anni precedenti. Quindici gli spettacoli della Stagione Serale, con la celebrazione delle giornate internazionali del teatro, della danza, del jazz e contro la violenza sulle donne: un carnet vario e una diversificazione di generi che ha toccato la prosa, il musical, il teatro comico e di figura, la musica e la danza, il circo e il mimo. I titoli hanno garantito l’alta qualità che da sempre contraddistingue il Teatro Comunale ma con uno sguardo alla contemporaneità pur senza abbandonare la tradizione rendendo la stagione di facile fruibilità e lettura da parte di pubblici diversificati. Nomi importanti si sono alternati ad altri più famosi: Natalino Balasso, Marina Massironi, Lucia Calamaro, gli Anagoor (compagnia vincitrice del Leone d’Argento per il Teatro 2018 alla Biennale di Venezia), Paolo Nani solo per citarne alcuni.

La stagione di Teatro Ragazzi dedicata alle scuole, che ha inserito per la prima volta uno spettacolo in lingua inglese per gli istituti superiori, è stata sicuramente quella di maggior successo: 2500 alunni provenienti dalle scuole cittadine, e dei paesi e province limitrofe, che hanno fatto registrare un bilancio, anche economico, in positivo. Riconfermate come lo scorso anno le rassegne dedicate alle famiglie e al cinema (curata da Emanuele Piseri) con una novità: la stagione concertistica, in collaborazione con l’Associazione Amici del Casalmaggiore International Festival, con 5 appuntamenti dedicati alla musica da camera, da gennaio a maggio, sposando la volontà di dare continuità alle masterclass estive.

Nel bilancio consuntivo, si segnala, rispetto al previsionale, un aumento di entrate e una diminuzione di spese, con una differenza finale a carico del Comune di € 30.600,00 circa. «Un esito ottimo, se si pensa che alla voce “sponsorizzazioni” si ha un lieve calo rispetto allo scorso anno, che però non deve trarre in inganno – spiega l’assessore alla Cultura del comune di Casalmaggiore Pamela Carena – : la sensibilità dimostrata dalle aziende del territorio, a cui rinnovo un sentito ringraziamento, è la medesima, se non maggiore, ma alcune di loro hanno preferito sostenere per l’anno passato l’importante mostra dedicata a Giuseppe Diotti con un fondamentale contributo. I risultati sono più che soddisfacenti: la copertura del servizio è del 70%, una percentuale ormai consolidata in questi ultimi tempi, frutto del lavoro che questa amministrazione ha portato avanti in sinergia con il direttore artistico Giuseppe Romanetti. Negli anni abbiamo ripristinato, ripensandola, la rassegna dedicata alle famiglie, aggiunto la rassegna di cinema invernale, il teatro in lingua e da ultima la stagione concertistica. Una minor spesa per le casse comunali e per contro invece un maggior numero di iniziative legate al teatro, segno che le scelte intraprese vanno nella giusta direzione».

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti