Commenta

Viadana, la visione dei 5 Stelle
sull'ultimo consiglio: "Bene mozione
sul ponte, ma le minoranze..."

"Mi rammarica che la nostra mozione abbia ottenuto oltre ai nostri due voti solamente 7 voti della maggioranza. Infatti è inspiegabile l'uscita dall'aula di alcuni consiglieri di maggioranza e dei consiglieri del Pd e di Viadana Democratica" spiega Teveri.
Nella foto Teveri e Foti

VIADANA – In merito al consiglio comunale tenutosi martedì il Movimento 5 Stelle di Viadana vuole evidenziare la propria posizione in merito a tre punti maggiormente rilevanti in discussione. “Abbiamo votato in modo contrario alla variazione di bilancio – spiegano Susy Foti e Alessandro Teveri, consiglieri a 5 Stelle – non condividendone la destinazione di alcune voci tra cui l’estinzione di un mutuo con fondi che sarebbero potuti essere destinati a nuovi investimenti (ad esempio la caserma dei vigili del fuoco) e nuove ulteriori opere al Bertolani per 60.000 euro dopo gli oltre 400.000 di lavori appena ultimati. Abbiamo inoltre approfittato per evidenziare come sia stato soppresso il servizio di tempo prolungato alla Bedoli, necessario per i genitori, per cui l’impegno del comune al netto dei 10.000 euro versato dagli stessi genitori sarebbe di soli 6.000 euro”.

“Abbiamo votato in modo favorevole alla mozione del consigliere Fava in merito alla caserma dei Vigili del Fuoco – viene precisato – che verteva oltre che sulla struttura anche sulla mancanza di personale. Abbiamo evidenziato come già da una circolare UILPA del 18 aprile si evidenziasse una carenza di 17 uomini, carenza che avevamo già provveduto a segnalare al ministero nelle scorse settimane essendo una problematica provinciale. Per la struttura, dopo esserci sincerati delle condizioni dell’attuale distaccamento nei giorni passati, abbiamo rilevato come la presenza di un unico portone d’uscita, le dimensioni ridotte non idonee ad ospitare più uomini e mezzi soprattutto in caso di eventi calamitosi in un territorio a forte rischio isolamento essendo circondato da fiumi, la struttura non antisismica, l’assenza di spazi idonei all’addestramento (specialmente in un’area con numerose aziende che rientrano nella normativa Seveso) richiedano che sia realizzata urgentemente una nuova caserma. Crediamo fortemente però che debba esserci un impegno concreto di tutti i sindaci del territorio (mantovano, cremonese e anche emiliano) essendo un servizio sostanziale per tutta l’area e non solo per il nostro comune”.

“Infine abbiamo presentato – precisano i 5 Stelle – la nostra mozione che impegnava il Sindaco a farsi promotore presso le provincie di Mantova e Reggio nonché le due regioni competenti e al Ministero, per effettuare uno studio di fattibilità per la realizzazione di un nuovo ponte Viadana-Boretto di concerto con il Sindaco di Boretto. Crediamo che sia compito della politica pianificare, prevenire e guardare al futuro, evitando che si creino problemi ai cittadini e la nostra mozione vuole prevenire situazioni emergenziali (che in Italia sono la norma) visto la situazione globale dei ponti sul Po e della viabilità nonché l’avvicinarsi del termine della vita strutturale del nostro ponte stressato enormemente dopo la chiusura di quello di Casalmaggiore. Al termine della discussione in aula nella quale abbiamo sottolineato che la richiesta di studio di fattibilità esclusivamente sul manufatto viadanese dipendesse dal fatto che come consiglieri comunali era l’unico di nostra competenza, abbiamo accolto la proposta di aggiungere un terzo punto nel quale si chiede un’attenta pianificazione d’interventi manutentivi di tutti i ponti sul fiume Po. La mozione emendata è stata approvata all’unanimità”.

“Siamo soddisfatti – afferma il capogruppo 5 stelle Alessandro Teveri – perché questa mozione non ha scopi propagandistici come affermato alcuni giorni fa da alcuni consiglieri, per i quali avremmo potuto percorrere molte altre vie, ma quella di attivare i canali istituzionali con lungimiranza e in modo condiviso, adesso che la situazione è ancora stabile. Mi rammarica che la nostra mozione abbia ottenuto oltre ai nostri due voti solamente 7 voti della maggioranza. Infatti è inspiegabile l’uscita dall’aula di alcuni consiglieri di maggioranza e dei consiglieri del Pd e di Viadana Democratica che volutamente non hanno voluto votare la nostra mozione oltre a quella della caserma dei vigili del fuoco”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti