Commenta

Quattrocase e le sue zucche
pronta a un nuovo successo:
il programma dal 24 al 26 agosto

E a chi non piace la zucca? Non mancano altre portate, per un’ampia selezione a disposizione di chi vorrà partecipare, conscio che di sicuro non tornerà a casa con la fame. Se poi dovesse piovere, la tensostruttura sarà pronta ad accogliere tutti.
Nella foto il concerto degli AlterEgo nel 2017

QUATTROCASE (CASALMAGGIORE) – Se cercate una sagra estiva con buon cibo e tanta compagnia, allora a Quattrocase dal 24 al 26 agosto andate sul sicuro. Negli anni, da quando è stata inventata, “Quattrocase e le sue zucche” organizzata dal Gruppo Emergenti della locale frazione di Casalmaggiore ha sempre fatto registrare numeri crescenti. Merito della bontà dei piatti proposti dallo chef Massimiliano Cavalli Teodoro e dell’offerta complessiva, che spazia dalla musica allo sport con il minimo comune denominatore dello stare in compagnia che viene prima di tutto.

Si parte venerdì con il concerto dell’Orchestra Felice Piazza, mentre sabato 25 ecco il pezzo forte, capace lo scorso anno di fare segnare davvero il tutto esaurito, ossia il concerto degli AlterEgo: sarà che il frontman, Alessandro Zaffanella, è proprio di Quattrocase, sarà che la musica degli AlterEgo non tradisce e sa coinvolgere anche oltre le qualità canore e musicali, fatto sta che il pienone è garantito. Quest’anno poi gli AlterEgo hanno pensato a un flashmob, un balletto collettivo per coinvolgere davvero tutti (le istruzioni per farsi trovare pronti stanno già girando su Facebook). Chiude, domenica 26, l’Orchestra Loretta Giorgi. Ma se la musica ha un ruolo importante, come scordare il resto? Domenica mattina e pomeriggio, ad esempio, torna il VespaRaduno, con gli appassionati di motori chiamati ad ammirare in qualche caso pezzi d’epoca, che, per i modelli più moderni, si cimentano anche in prove d’abilità ed equilibrio. Per tutti, nel memorial intitolato a Federico Cuomo per la quinta edizione, vi sarà la possibilità la mattina di domenica si effettuare una scampagnata tra l’Oglio e il Po sulle due ruote. Peraltro va ricordata la lotteria, il cui ricavato quest’anno sarà devoluto alla conservazione e manutenzione della chiesa Parrocchiale della frazione.

Attenzione però, perché il menù davvero prelibato è… il menù, appunto. I tortelli di zucca di Quattrocase, seguendo la ricetta tipica della frazione, diversa da tutte le altre e per questo gelosamente custodita, saranno sicuramente il piatto più desiderato. E a chi non piace la zucca? Non mancano altre portate, per un’ampia selezione a disposizione di chi vorrà partecipare, conscio che di sicuro non tornerà a casa con la fame. Se poi dovesse piovere, la tensostruttura sarà pronta ad accogliere tutti. E allora, a tavola e non solo, Quattrocase per un weekend è pronta a sentirsi il centro del mondo in una festa che sin qui non ha mai tradito.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti