Commenta

Casalmaggiore, le rubano la
bici in stazione, la riconosce
in vendita su un gruppo FB

L'annuncio scompare da lì a breve ma qualcuno riesce a fare lo screenshot. C'è un profilo con un nome, ammesso che non sia un fake ed ammesso che la bici sia realmente la sua

CASALMAGGIORE – Ci è rimasta di stucco quando un contatto virtuale di facebook ha postato la foto di quella che sembrerebbe a tutti gli effetti la sua bicicletta così, per come lo aveva trovato su un gruppo di vendita. La storia di Cinzia Vaia ha del paradossale e sembrerebbe una storia da film. Ma partiamo dall’inizio.

Ieri sera, di ritorno dal lavoro in treno, Cinzia scopre in stazione a Casalmaggiore che la sua bici non c’è più. Una bicicletta nera, con un grosso cesto in vimini. Qualcuno l’aveva portata via. Affranta, scrive un messaggio su facebook: “Ringrazio quella brutta persona che oggi, in stazione al rientro dal lavoro, non mi ha fatto trovare la mia bici che in questo momento è indispensabile vista la situazione”.

Un messaggio nel gruppo ‘Sei di Casalmaggiore se…’ che scatena da subito una ridda di commenti, alcuni di solidarietà, altri ancora che lamentano altri furti similari avvenuti in città. Dopo un paio d’ore qualcuno posta nella discussione la foto di una bicicletta messa in vendita in un gruppo. Una bicicletta simile alla sua, che Cinzia riconosce subito come la sua. A venderla un profilo facebook. ‘Vendo bici tenuta benissimo appena restrutturata con freni a stanghetta’. Costo 40 euro.

L’annuncio scompare da lì a breve ma qualcuno riesce a fare lo screenshot poco prima che venga eliminato. C’è un profilo con un nome, ammesso che non sia un fake ed ammesso che la bici sia realmente la sua. La proprietaria non sembra avere dubbi.

La questione ora potrebbe passare in mano ai carabinieri: gli elementi per una verifica puntuale ci sono tutti.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti