Commenta

Campionamenti idrici a titolo
precauzionale: la richiesta
della minoranza di San Martino

I consiglieri della lista “San Martino Unito” chiedono di promuovere, a titolo precauzionale, campionamenti sulla rete idrica, le fontanelle pubbliche, serbatoi di acqua, in case private unitamente al controllo degli impianti di climatizzazione.

SAN MARTINO DALL’ARGINE – Arriva dai consiglieri Roberto Baschè, Mara Gandolfi e Roberta Salomoni, minoranza di San Martino dall’Argine, un ordine del giorno che riguarda il contagio da legionella al quale si sta assistendo in questi giorni nella zona bresciana (e al confine mantovano). “I casi di polmonite registrati nel Bresciano e nell’Alto Mantovano in questi giorni, dove il comune più vicino a noi è Asola, hanno visto 235 accessi in Pronto Soccorso, di questi 196 persone attualmente ricoverati e 2 decessi (1 con diagnosi accertata di legionellosi), 12 casi di legionella confermata compreso il decesso, mentre i casi clinicamente impegnati e ricoverati in reparti di terapia intensiva sono 9”.

“Da dire – si legge nel testo – che, stante i quadri clinici e di laboratorio, è stato escluso che si tratti di un virus. Sono stati anche ricercati i possibili batteri interessati: legionella, pneumococco, coxiella, in quanto possibili agenti di polmoniti “di comunità”. Le conferme per legionellosi dei 12 casi, orientano ulteriormente l’indagine epidemiologica verso un cluster di legionellosi. I soggetti interessati sono prevalentemente maschi (circa 70%), anziani o con patologie che comportano immunodepressione e fattori di rischio quali il fumo. Quali sono le cause che hanno innescato la polmonite? Sono in corso specifiche azioni volte a identificare la fonte e le modalità di trasmissione del batterio. Per quanto riguarda la rete di distribuzione dell’acqua potabile sono stati convocati da subito i gestori degli impianti di distribuzione dell’acqua potabile per verificare eventuali interconnessioni delle reti tra i comuni: tale evenienza è stata esclusa. Sono comunque stati effettuati campionamenti alla rete idrica e nelle abitazione dei soggetti con diagnosi di legionellosi. Sono stati programmati campionamenti nelle torri di raffreddamento di insediamenti industriali della zona interessata”.

“Premesso che la maggior parte delle persone che contraggono la legionellosi innescano l’infezione inalando delle goccioline di acqua contenenti batteri della legionella – prosegue l’ordine del giorno – come potrebbe avvenire durante una doccia, durante un bagno idromassaggio, aerosol o anche mediante l’acqua dispersa dal sistema di ventilazione degli edifici; e che il batterio tende a moltiplicarsi ove si formano ristagni d’acqua nelle tubature, così come il contatto tra l’acqua e l’aria, dovuti a serbatoi aperti e non chiusi ermeticamente, i consiglieri comunali della lista “San Martino Unito” chiedono di promuovere, a titolo precauzionale, campionamenti sulla rete idrica, le fontanelle pubbliche, serbatoi di acqua, in case private unitamente al controllo degli impianti di climatizzazione. Chiedono inoltre che il Comune si faccia parte attiva nell’invitare i cittadini a provvedere alla manutenzione dei punti di emissione dell’acqua del rubinetto nelle abitazioni attraverso la sostituzione dei filtri o lasciandoli a bagno con anticalcare e ad effettuare la sanificazione dei propri impianti di erogazione dell’acqua”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti