Commenta

Commessaggio si tiene
la prima elementare, per
Belforte si pensa alla multiclasse

"Certo non potevamo pensare - precisa Sarasini - di perdere la nostra prima elementare: mentre i comuni limitrofi di Sabbioneta e Gazzuolo hanno già, ad esempio, la materna o le medie, a Commessaggio abbiamo solo le elementari".

COMMESSAGGIO/GAZZUOLO – Prima elementare a Gazzuolo o Commessaggio? I bambini sono pochi e così la “lotta” tra i due paesi mette al centro della contesa quell’unica classe. La stessa è stata assegnata dai vertici del consiglio d’istituto del comprensivo di Sabbioneta a Commessaggio. Del resto, su 19 bambini, soltanto – si fa per dire – 8 arrivano da Gazzuolo. E se nelle scelte i numeri contano qualcosa ecco che la spiegazione sembra logica. Tra gli otto bambini di Gazzuolo tuttavia vi è pure un bimbo con disabilità certificata, per il quale il Provveditore ha “suggerito” l’opportunità di frequentare una scuola il più vicino possibile a casa: per lui, insomma, Belforte sarebbe una scelta migliore di Commessaggio.

Alla fine in ogni caso il voto ha premiato Commessaggio e il caso si è chiuso in questo modo. A fare il punto della situazione è il sindaco commessaggese Alessandro Sarasini. “Siamo sempre stati certi che la classe sarebbe rimasta a Commessaggio – spiega – ma il punto è che nessuno vuole farne una guerra, specie con dei bambini di mezzo. Il problema serio, casomai, è che non nascono bambini: ciò detto, l’idea che è stata suggerita per non privare Gazzuolo o Belforte della prima, è di pensare a una multiclasse, come avviene anche altrove, con bambini di prima e seconda a scuola assieme, seguendo alcune lezioni in comune ed altre in due gruppi distinti”.

“Certo non potevamo pensare – precisa Sarasini – di perdere la nostra prima elementare: mentre i comuni limitrofi di Sabbioneta e Gazzuolo hanno già, ad esempio, la materna o le medie, a Commessaggio abbiamo solo le elementari. Peraltro siamo gli unici a proporre il tempo prolungato (con il sabato a casa, ndr) e dunque togliere la classe a noi, poteva significare togliere l’unica alternativa al tempo normale proposto dalle altre scuole. Con l’arrivo della nuova preside (Elena Rizzardelli, ndr) discuteremo comunque della proposta della multiclasse a Belforte in modo da venire incontro alle esigenze di tutti”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti