Commenta

Viadana, lo sport per tutti:
più di cinquecento bambini
per una domenica di festa

Il grazie da parte di Piccinini è andato a tutte le associazioni e ai volontari che hanno lavorato per regalare a Viadana una domenica di divertimento e, perché no?, pure di formazione sportiva per i più piccoli. FOTOGALLERY

VIADANA – Cinquecento zainetti consegnati ai bambini, praticamente esaurita la scorta: ma questo dato, da solo, è persino riduttivo e approssimato per difetto, dato che non tutti i piccoli atleti, presi dalla foga del gioco e del divertimento, hanno ritirato il gadget. Il dato è sufficiente però, per la gioia di Massimo Piccinini, assessore agli Eventi e allo Sport del comune di Viadana, per parlare di risultato raggiunto e di missione compiuta. L’evento “Viadana – Lo Sport per tutti”, domenica tra lo stadio di calcio Bertolani e quello del rugby Zaffanella, ha regalato emozioni e consegnato un’ampia partecipazione che ha consentito in particolare ai più piccoli, per i quali il programma è stato pensato, di provare diversi sport e differenti discipline, grazie a tutte le società di Viadana che si sono messe a disposizione con volontari e dirigenti.

Due i momenti da ricordare, anche perché lasciano in eredità qualcosa di concreto alla comunità: da un lato, con la partenza della “Corri Viadana” al mattino, che ha raccolto 350 partecipanti, è stata inaugurata la pista di atletica leggera ripristinata e ristrutturata allo stadio Bertolani; dall’altro invece è stata scoperta la targa che, allo stadio del rugby, ricorderà per sempre Cristiano “Caccia” Zaffanella, bomber all time della palla ovale giallonera scomparso prematuramente un anno e mezzo fa. Tornando all’evento è stato davvero spettacolare il colpo d’occhio offerto dai vari baby sportivi che hanno preso parte alla giornata, iniziata molto presto (specie per gli organizzatori) e proseguita fino oltre le ore 20 con gli ultimi “giochi” e le dimostrazioni finali preparate dalle varie società invitate.

Singolare la prova dei canoisti del gruppo Canoe Viadana, che hanno sfruttato le piscine di Viadana per ricreare l’ambiente acquatico indispensabile per praticare questo sport. Senza dimenticare, per quel che riguarda la mountain bike, il lavoro di allestimento del Bike Park con diversi mini circuiti e diversi gradi di difficoltà approntati dal Team Viadana Bike. Da rimarcare, infine, il servizio di bus navetta gratuito di collegamento tra i due centri sportivi messo a disposizione, ossia finanziato, dalla ditta Mauro Saviola. Il grazie da parte di Piccinini è andato a tutte le associazioni e ai volontari che hanno lavorato per regalare a Viadana una domenica di divertimento e, perché no?, pure di formazione sportiva per i più piccoli.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti