Ultim'ora
Commenta

Controlli a tappeto dei Carabinieri:
chiusi un negozio etnico e
un centro massaggi a Casalmaggiore

Gli specialisti del NAS, reparto speciale dell’Arma inquadrato alle dipendenze del Ministero della Salute, hanno acquisito varia documentazione di natura amministrativa che sarà sottoposta ad attenta analisi.

CASALMAGGIORE – Settimana di controlli serrati da parte dei Carabinieri di Casalmaggiore su tutto il territorio del casalasco. Passate ai raggi “X” le principali arterie stradali che collegano i comuni della provincia alle città di Mantova, Cremona e Parma ed intensificata la vigilanza, specie in orario notturno, sui centri abitati per cercare di contrastare gli episodi di microcriminalità ed i furti in abitazione.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, mediante i controlli con l’etilometro, hanno sorpreso una donna di origine romene messasi alla guida della propria vettura con un tasso alcolemico di 1,50 gr/lt di alcool nel sangue. A suo carico è scattata un’inevitabile denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cremona per guida in stato di ebbrezza, con tanto di ritiro della patente di guida e sequestro della macchina.

I militari della Stazione di Piadena, invece, al termine di una rapida indagine, sono riusciti ad individuare una coppia di stranieri che avevano trovato il modo per fare il pieno di benzina gratis. I 2 uomini, bloccati proprio mentre si rifornivano alla pompa utilizzando una tessera carburanti di provenienza furtiva, non hanno nemmeno avuto il tempo di disfarsi della preziosa scheda che i militari, avvantaggiati dall’effetto sorpresa, hanno rinvenuto tra le loro mani. Entrambi i soggetti sono stati denunciati in stato di libertà per indebito utilizzo di carte di pagamento e ricettazione in concorso, mentre la tessera recuperata è stata restituita al legittimo proprietario, che ne aveva denunciato il furto nel corso dello stesso pomeriggio e che, grazie al tempestivo intervento dell’Arma, ha limitato il danno subito ad un solo pagamento dell’importo di 70 euro.

I carabinieri della Stazione di Casalmaggiore, dopo i recenti controlli antidroga agli istituti scolastici effettuati in concomitanza con la ripresa delle lezioni, hanno spostato la loro attenzione su 2 negozi del centro cittadino, tra l’altro, oggetto di varie segnalazione da parte dei residenti della zona. Nella circostanza, i militari, coadiuvati dai colleghi specialisti del NAS di Cremona, hanno eseguito un’approfondita verifica a carico di un negozio etnico e di un centro massaggi orientali. A seguito del primo controllo, i carabinieri hanno sequestrato più di 300 kg di alimenti privi della necessaria etichettatura, rilevando evidenti carenze igienico sanitarie all’interno del locale ed elevando sanzioni amministrative per 1.666 euro. Anche presso il centro massaggi orientali sono state rilevate situazioni igienico sanitarie alquanto precarie e la mancanza, in capo alla titolare, di qualunque abilitazione all’esecuzione dei massaggi.

Gli specialisti del NAS, reparto speciale dell’Arma inquadrato alle dipendenze del Ministero della Salute, hanno acquisito varia documentazione di natura amministrativa che sarà sottoposta ad attenta analisi. Terminato il controllo, la Stazione di Casalmaggiore, infine, ha inoltrato al sindaco Filippo Bongiovanni una proposta di chiusura a carico di entrambi gli esercizi commerciali proprio per la mancanza dei requisiti igienico sanitari. Il provvedimento di chiusura sarà eseguito nel corso del pomeriggio di venerdì. “Ringrazio per il profondo impegno le forze dell’ordine per gli interventi, ho immediatamente firmato ordinanza di chiusura delle attività fino a che quei locali non ritorneranno a norma” ha commentato il primo cittadino casalese.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti