Commenta

Sabbioneta, svelato
il progetto relativo
ai gruppi di cammino

La partecipazione ai gruppi di cammino è gratuita. Si potranno formare più gruppi di cammino, su percorsi o con orari diversi, sia nelle frazioni che nel capoluogo. Martedì 9 verranno date tutte le informazioni sul progetto

SABBIONETA – Martedì 9 ottobre, alle 20.30, presso la sala consigliare del comune di Sabbioneta, è stato presentato il “progetto gruppi di cammino”, promosso da Ats Val Padana e sostenuto dal comune di Sabbioneta in collaborazione con l’associazione Ascosport e l’Avis.

I gruppi di cammino sono gruppi di persone guidate, inizialmente, da un operatore e, in seguito, da un walking leader. Il gruppo si trova regolarmente in un luogo definito per camminare insieme, al fine di promuovere l’attività fisica e migliorare la qualità della vita, contribuendo, in tal modo, a prevenire o attenuare la progressione delle principali patologie cronico-degenerative quali le malattie cardiovascolari, respiratorie, osteoarticolari, diabete, obesità e depressione.

Il Gruppo di Cammino è indicato soprattutto per le persone anziane, ma non è esclusivamente per loro; può essere proposto per tutte le categorie di persone di qualsiasi età che traggono beneficio dalle attività motorie e per diverse ragioni non possano praticare attività motorie più impegnative (ad esempio: cardiopatici, broncopatici cronici, obesi, eccetera).
L’attività di cammino in gruppo comporta notevoli vantaggi:

– A disposizione di tutti, semplice ed accessibile;

– Facilmente organizzabile e praticabile;

– Non richiede particolari abilità;

– È una attività economica in quanto non richiede equipaggiamento, né strutture sportive dedicate;

– Favorisce l’interazione sociale.

La partecipazione ai gruppi di cammino è gratuita. Si potranno formare più gruppi di cammino, su percorsi o con orari diversi, sia nelle frazioni che nel capoluogo. Martedì 9 sono state date tutte le informazioni sul progetto che mira a migliorare la qualità dellla vita dei cittadini.

redazione@oglioponews.it

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti