Commenta

Stupor Mundi e la magia
del tango, sabato 13 ottobre
la conferenza di Vittorio Rizzi

Piacevolmente arricchita di una serie di ascolti musicali commentati e di immagini, ricostruirà la diffusione del tango nell’Europa del primo Novecento e gli influssi esercitati dal tango sui compositori europei nella prima metà del secolo.

CASALMAGGIORE – Nuovo importante appuntamento culturale all’interno di Stupor Mundi Argentina. La conferenza dal titolo “Danze diaboliche, paradisi sognati. Il tango nella musica europea” avrà luogo sabato 13 ottobre alle ore 17, presso la Biblioteca Civica in via Marconi 8 a Casalmaggiore e sarà tenuta dal musicologo Vittorio Rizzi. Piacevolmente arricchita di una serie di ascolti musicali commentati e di immagini, ricostruirà la diffusione del tango nell’Europa del primo Novecento e gli influssi esercitati dal tango sui compositori europei nella prima metà del secolo.

Per parlare di tango – spiega il libro “Il tango: sentimento e filosofia” di Elisabetta Muraca – occorrerebbe un’intera enciclopedia, perché non si tratta solo di baile, musica, canciòn, poesia, ma è un fenomeno sociale e culturale assai complesso. Nessun altro ballo ha una storia così ricca ed avvincente. Le sue origini sono effettivamente assai confuse e discusse e affondano le radici nella miseria e nell’emarginazione sociale. La triste storia del tango inizia negli ultimi due decenni del XIX secolo nei sobborghi di Buenos Aires e Montevideo. In Europa approda nel 1911 e in breve tempo conquista tutte le città europee e americane e nascono ovunque scuole e locali dedicati a questo fenomeno. Sopravvive a due guerre mondiali e arriva ai giorni nostri con la freschezza, il vigore e la passione delle origini. Il tango è il frutto dell’incontro di tradizioni musicali provenienti da più continenti. La sua musica ha un carattere mondiale e il ballo è un momento di incontro, conoscenza, evasione e passione”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti