Cultura
Commenta

Domenica la Giornata Europea della Cultura Ebraica: visite e mostra al cimitero

Il Gruppo Culturale "Per Bozzolo" terrà aperto il locale cimitero ebraico, offrendo così l’opportunità di scoprire un luogo storico e testimone della presenza di una comunità ebraica inserita positivamente nel tessuto del territorio.

BOZZOLO – Domenica 14 ottobre 2018 in 28 paesi europei e in 87 località italiane, da nord a sud, sono organizzati centinaia di eventi per “La Giornata Europea della Cultura Ebraica” che, per quest’anno, ha come tema “Storytelling, le storie siamo noi”, il tutto all’insegna dell’arte, della cultura e della conoscenza.
Giunta alla diciannovesima edizione anche Bozzolo partecipa a questa manifestazione, di rilievo internazionale, grazie alla disponibilità del Gruppo Culturale “Per Bozzolo” che terrà aperto il locale cimitero ebraico, offrendo così l’opportunità di scoprire un luogo storico e testimone della presenza di una comunità ebraica inserita positivamente nel tessuto sociale, economico, politico e culturale del nostro territorio.

La presenza ebraica a Bozzolo, autonoma signoria gonzaghesca, è documentata sin dall’inizio del 1500 diventando una corposa comunità già alla fine di quel secolo. A testimonianza di ciò già nel 1611 Isabella Gonzaga da Novellara, moglie di Ferrante Gonzaga e madre di Scipione, concesse alla comunità l’apertura di un cimitero all’interno del paese (attuale via De Amicis e non più esistente). L’attuale cimitero, che si trova in via Cremona (ora via Margherita Beduschi Zanchi riconosciuta giusta fra le nazioni dall’Istituto per la memoria della Shoah nel 2000), è stato aperto nel 1797.

All’interno si trovano alcune lapidi settecentesche provenienti dall’antico cimitero. Nella camera funeraria è allestita una mostra permanente di documenti, immagini e Kettubba (contratti nuziali). Il cimitero rimarrà aperto dalle ore 9.00 alle ore 18.00 con visita guidata alle ore16.00 e con la presenza all’interno di una mostra fotografica e documentaria.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti