Cronaca
Commenta

Ubriaco, pugni e resistenza, pomeriggio movimentato per la polizia municipale

E' stato bloccato a terra in attesa dei carabinieri che sono giunti dieci minuti dopo. Più volte ha cercato di scappare, inveendo contro chi lo stava bloccando. GUARDA IL VIDEO

CASALMAGGIORE – Pomeriggio movimentato per gli uomini della Polizia Municipale e per i Carabinieri in pieno centro. Protagonista un giovane nordafricano visibilmente alterato dall’alcool. Il giovane era entrato nel bar all’angolo tra via Martelli e via Cavour, gestito da cinesi, arrecando disturbo tanto che era stata avvertita proprio la municipale.

Alla vista degli uomini in divisa il giovane sbronzo è andato in escandescenza. “Gli avevamo detto di andare via, di andarsene a casa” hanno poi spiegato. Il nordafricano, nel bar, avrebbe sferrato un pugno ad uno degli avventori. I due uomini della polizia municipale a quel punto han cercato di fermarlo, ma il giovane si è divincolato, scappando sino a via Marconi dove è stato raggiunto dalla municipale che intanto aveva avvertito anche i carabinieri.

Il giovane, senza più controllo, ha opposto resistenza, ha cominciato ad urlare riuscendo a sferrare pure qualche testata ai malcapitati vigili. Alternando momenti di relativa calma ad altri di foga, ha dato del filo da torcere ai due vigili, riuscendo anche a spaccare, ad uno di loro, il cellulare.

Traffico bloccato sulla via per una quindicina di minuti, le urla hanno richiamato in strada numerosi testimoni. Il giovane ubriaco, prima di essere ammanettato dai carabinieri, ha cercato più volte di farsi giustizia, sputando in faccia ad uno dei due uomini della municipale. Impossibile caricarlo. E’ stato bloccato a terra in attesa dei carabinieri che sono giunti dieci minuti dopo. Più volte ha cercato di scappare, inveendo e cercando di sferrare pugli e testate contro chi lo stava bloccando. Ormai fuori controllo il giovane è stato caricato sulla volante e portato in caserma.

Per lui quasi sicuramente l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, rifiuto di fornire le proprie generalità (era anche privo di documenti) e ubriachezza molesta. Per gli uomini della municipale qualche botta e l’amarezza di essersi presi pure qualche minaccia di denuncia per aver fermato l’uomo con le maniere forti. Maniere forti necessarie contro chi, ogni volta che si allentava la presa, cercava di reagire con violenza. Quasi tutti i tentativi di pugni e testate per fortuna sono andate a vuoto.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti