Commenta

A Casalmaggiore è nata una via
che ricorderà i coniugi Destri:
la commozione e il grazie del figlio

“E’ una bella emozione, e credo che i miei genitori sarebbero felici di tutto questo: hanno fatto molto per Casalmaggiore, lottando anche per l’istituzione dell’ospedale Oglio Po, tra le altre cose, e se lo meritano" spiega Giulio Destri, figlio di Giovanni e Matilde.
Nella foto da sinistra Giano, Giulio e Matilde Destri

CASALMAGGIORE – Da una riqualificazione di una zona finalmente urbanizzata e con le prime abitazioni già vendute – parliamo della lottizzazione I Girasoli in via Cesare Pavese – nasce una bella idea per ricordare due figure importanti di Casalmaggiore e della sua storia, i coniugi Destri.

Nella foto il progetto della lottizzazione “I Girasoli”

Giovanni “Giano” Destri fu scrittore e poeta, professore e preside, oltre che pubblico amministratore. Con la moglie Matilde Sarzi Sartori, in particolare, portò avanti una sfida che appariva impossibile, alla fine degli anni ’60, quando la scuola andò incontro a una grande riforma, passando dalla distinzione tra Scuola di avviamento e Ginnasio a una conformazione e struttura più simile a quella attuale. Casalmaggiore rischiò di perdere, in quel passaggio, il suo Ginnasio e il suo Liceo, che potevano essere accorpati al Manin di Cremona. Invece tra il 1967 e il 1968 i coniugi Destri, accanto ad altri professori, si batterono riuscendo a spuntarla. Di fatto nacque così, nacque da lì, l’attuale Polo Romani, con Liceo Classico ovviamente incluso.

In quella zona, riqualificata con luci a led e abitazioni di ultima generazione anche dal punto di vista energetico, seguita dall’architetto Luca Maria Pagliughi e da Andrea Visioli dell’omonimo studio immobiliare, Casalmaggiore ricorda i poeti che hanno intrecciato il proprio destino con quello del comune casalese appunto. L’idea è partita da alcuni ex liceali che hanno chiesto alla giunta casalese, che ha poi approvato, di intitolare anche all’ex preside, spentosi nell’estate 2007, una di quelle strade, ancora da perfezionare e che, ad oggi, finisce sullo sterrato, ma presto sarà prolungata man mano che l’urbanizzazione, che ha fatto passi avanti notevoli, andrà avanti.

Nella foto la via a forma di “U”, ad oggi incompleta, che sarà dedicata ai coniugi Destri

L’estate scorsa si è spenta pure Matilde Sarzi Sartori: per questo la via potrebbe ora essere intitolata a entrambi i coniugi. Soddisfatto, e commosso, il figlio Giulio Destri, che dai genitori, essendo professore universitario nel settore dell’informatica, ha ereditato la passione per scuola e insegnamento. “E’ una bella emozione, e credo che i miei genitori sarebbero felici di tutto questo: hanno fatto molto per Casalmaggiore, lottando anche per l’istituzione dell’ospedale Oglio Po, tra le altre cose, e se lo meritano. E’ una zona alberata e questo ai miei genitori piaceva molto. Credo ne siano felici”. Lì, tra i nomi di Cesare Pavese, Elio Vittorini e Umberto Saba tra gli altri, il ricordo di Giano Destri e Matilde Sarzi Sartori sarà, anche tematicamente, al posto giusto.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti