Commenta

Viadana, gli investimenti
sui cimiteri del territorio
comunale salgono a 200mila euro

"Abbiamo costruito nuovi loculi in quelli di Cavallara, Buzzoletto, li stiamo facendo a Casaletto - prosegue Cavatorta - sono stati portati avanti lavori ai tetti e alle coperture in altri e in quello del capoluogo, dove è stato abbellito anche l’ingresso".

VIADANA – Proseguono a Viadana gli interventi di manutenzione straordinaria dei cimiteri viadanesi e la costruzione di nuovi loculi nei campisanti dove sono terminati i posti. All’ingresso di quello della frazione di San Matteo delle Chiaviche (da anni in condizioni critiche dopo che era stato rovinato, oltre che dal tempo, anche dal furto di pluviali) si notano ad esempio importanti migliorie. “Con la nostra amministrazione, negli ultimi tre anni, abbiamo investito 200.000 euro, dopo un lungo periodo di scarsissimi interventi per non dire nulli – precisa il sindaco Giovanni Cavatorta – . Abbiamo dieci cimiteri sul territorio comunale, un numero elevatissimo, in pratica quasi in ogni frazione, tutti bisognosi di moltissima manutenzione. Sappiamo come ci sia molto da intervenire ancora ma siamo sulla buona strada: l’impegno di questa amministrazione è massimo. Siamo consapevoli che la cura di questi luoghi sacri è molto sentita dai cittadini che li frequentano per andare a trovare i propri cari”.

“Abbiamo costruito nuovi loculi in quelli di Cavallara, Buzzoletto, li stiamo facendo a Casaletto – prosegue Cavatorta – sono stati portati avanti lavori ai tetti e alle coperture in altri e in quello del capoluogo, dove è stato abbellito anche l’ingresso, come è stato riqualificato il viale alberato che porta a quello di Cizzolo, sono stati sistemate alcune zone comuni. Abbiamo affidato con gara i servizi cimiteriali in un’ottica di efficientamento degli stessi. Va tenuto presente che gli oneri per concessioni sono tra i più bassi dei comuni di pari dimensioni nonostante, come dicevo, il numero e la complessità della gestione di questi manufatti moltiplichi incredibilmente i costi di gestione. Siamo coscienti che serviranno altre risorse (non facili da reperire di questi periodi) e ulteriore tempo per completare altri interventi ma possiamo affermare che un importante lavoro è cominciato e l’attenzione verso i nostri campisanti è tornata alta: vedremo di proseguire in tale direzione”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti