Commenta

Stazione di San Giovanni
in totale degrado, il sindaco
scrive a RFI e al Prefetto

Una relazione tecnica fatta redigere dallo stesso comune evidenzia - per quello che è stato possibile evidenziare - criticità evidenti che potrebbero pure costituire pericolo

SAN GIOVANNI IN CROCE – Intervenire, ed intervenire subito. Il sindaco di San Giovanni Pierguido Asinari fa appello a RFI con una lettera. Peraltro non è la prima volta visto lo stato d’incuria e di abbandono dello stabile.

Questa volta però è diverso. Una relazione tecnica fatta redigere dallo stesso comune evidenzia – per quello che è stato possibile evidenziare – criticità evidenti che potrebbero pure costituire pericolo. Le questioni sono due: o interverrà RFI o l’amministrazione di San Giovanni si vedrà costretta a segnalare la pericolosità agli organi giudiziari competenti.

Non si può andare avanti così. La lettera è stata mandata per conoscenza anche al Prefetto.

“L’edificio della stazione ferroviaria di San Giovanni in Croce, da anni in disuso, versa in uno stato di avanzato ed evidente degrado; da tempo la scrivente Amministrazione chiede a RFI di intervenire (sin dai primi anni 2000, con sopralluogo seguente dell’Ing. Catalano, fino alla diffida dei Sindaci del territorio del corrente anno) senza ottenere azioni concrete. All’Amministrazione giungono ripetute lamentele degli utenti, intensificatesi negli ultimi tempi, che considerano aspetti quali la sicurezza, l’igiene e l’ordine pubblico.

Si è quindi deciso di disporre un urgente sopralluogo da parte di tecnico qualificato, il quale ha confermato la sussistenza di evidenti e gravi criticità, come si evince dalla relazione allegata, dalla quale emerge un quadro generale molto preoccupante.

La totale e prolungata mancanza di interventi di tipo manutentivo pone seri interrogativi circa il livello di degrado raggiunto; il fatto che la costruzione sia di vecchia data e con essa la tipologia costruttiva e i materiali d’uso, configura come altamente probabile un degrado di tipo strutturale con conseguenti possibili ripercussioni sulla staticità dell’immobile e, in considerazione dell’uso degli spazi immediatamente circostanti, della pubblica incolumità. Non si può non rimarcare, inoltre, come lo stato di incuria strida fortemente con il decoro urbano, tanto per i residenti del paese quanto per i viaggiatori che transitano in treno da San Giovanni.

L’Amministrazione Comunale invita RFI a prendere consapevolezza delle criticità evidenziate e promuovere con sollecitudine opere per una duratura messa in sicurezza e una completa riqualificazione dell’edificio. In caso contrario si vedrà costretta a ricorrere ad altri strumenti per imporre il ripristino delle condizioni di sicurezza, di igiene e di decoro dell’immobile e dell’intorno”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti