Commenta

Fatturazione elettronica e
novità fiscali, a Bozzolo grande
partecipazione in sala civica

In questo modo si avrà una lotta più forte anche all’evasione fiscale, perché mediante le nuove tecnologie vi sarà un riscontro immediato, e in contemporanea la possibilità di un controllo maggiore da parte dell’Agenzia delle Entrate.

BOZZOLO – Centocinquanta persone – non solo professionisti del settore ma anche tanti cittadini – hanno preso parte giovedì sera presso la sala civica di Bozzolo all’incontro organizzato dal Centro Servizi Negri, che da 35 anni fornisce a 270 partite Iva i propri servizi (elaborazione buste paga,  consulenza fiscale e tributaria), e dal comune bozzolese in merito ai temi della fatturazione elettronica e delle novità fiscali introdotte dal Governo e delle quali tanto si sta discutendo.

Alla tavola rotonda hanno preso parte il commercialista Roberto Marchini, l’esperto informatico Francesco Criscuolo, l’esperto di finanza agevolata Luca Pietranera ed il sindaco Giuseppe Torchio. Ha coordinato il tributarista Fabio Negri. Il sindaco Torchio si è detto onorato della presenza di una realtà così importante sul territorio Bozzolese e di seguito l’assessore al Bilancio Rossano Vitale ha espresso gratitudine per l’iniziativa organizzata con cura ed aperta a tutti. La fattura elettronica si presenta come una vera e propria rivoluzione per i soggetti titolari di partita Iva: dal prossimo primo gennaio, le fatture di carta scompariranno per lasciare il posto alla telematica. Stop quindi al cartaceo, alla digitalizzazione dei dati, ai blocchi ed ai faldoni delle fatture: tutto infatti viaggerà on line. In questo modo si avrà una lotta più forte anche all’evasione fiscale, perché mediante le nuove tecnologie vi sarà un riscontro immediato, e in contemporanea la possibilità di un controllo maggiore da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Molto interessanti le due  nuove piattaforme illustrate ai presenti: Cruscotto Formazione che permette di gestire la sicurezza sul lavoro e nello specifico è uno scadenzario che ricorda i corsi in scadenza, conserva gli attestati e informa inoltre delle date in programma, nel caso ci sia la necessità di aggiornare la formazione, proponendo qualora la legge lo consente anche corsi online; e la Piattaforma Finanza Agevolata, che grazie ai dati delle ditte raccolti come codice attività, numero dipendenti e volumi d’affari rileva se l’azienda può partecipare a bandi ministeriali, provinciali o camerali. Tale servizio di analisi di opportunità e rilevamento del fabbisogno sarà reso a titolo gratuito a tutti i clienti dello studio.

Oltre alle imprese tanti i professionisti presenti che collaborano con la service (circa 20) e che operano nei vari campi come avvocati, notaio, medico del lavoro, DPO privacy, consulenti finanziari, consulenti immobiliari, commercialisti e tributaristi. Ha partecipato anche il mondo bancario che era rappresentato da Banca cremasca e mantovana con il direttore di Bozzolo Alessandro Boselli, il credito Padano con il direttore di Casalmaggiore Enrico Campion, MPS con Leonardo Micali e dalla direzione generale di Mantova l’avvocato Gisella Rabbi. Ma l’attenzione principale naturalmente è stata rivolta a Roberto Marchini che con un linguaggio semplice e intuitivo ha esposto questa rivoluzione della fatturazione elettronica. L’ultimo intervento è stato dall’amministratore della software House Sistemi Francesco Criscuolo, che ha cercato di spiegare le soluzioni pratiche in modo che la fatturazione elettronica diventi un opportunità e non un problema. La serata è stata coordinata dal Tributarista Fabio Negri che è presidente provinciale della sezione di Mantova dell’associazione nazionale consulenti tributari e presidente dell’Associazione liberi imprenditori.

Si è parlato anche di ulteriori novità: dalla flat tax alle sanatorie fiscali e contributive, dai maxi ammortamenti ai crediti d’imposta, dalla gestione dei corsi di formazione allo sportello delle politiche attive. Marchini, in particolare, ha affrontato i vari vantaggi garantiti dalla defiscalizzazione mentre, dopo un riferimento all’Ente Nazionale Microcredito, che favorisce il finanziamento dei soggetti non bancabili ossia di quei cittadini che vorrebbero iniziare l’attività ma che non riescono ad ottenere finanziamenti dalle banche (con l’80% di copertura garantita che riduce al minimo il rischio degli istituti bancari), ha preso la parola il sindaco Torchio. Quest’ultimo ha salutato positivamente le novità in materia fiscale, spiegando che in questo modo anche gli enti municipali possono ottenere una sorta di certificato di buona condotta, dimostrando la capacità di pagare le commissioni in tempi rapidi grazie a questa nuova forma di controllo favorita dalla tecnologia.

Non solo: Torchio ha ricordato poi lo sblocco dell’avanzo di amministrazione, ossigeno puro per i comuni (specie per i più piccoli) con l’augurio che questa novità, attesa da dieci anni e caldeggiata da Anci (per questo Torchio ha parlato di “svolta epocale”), non si limiti al solo 2018 ma venga ripetuta in futuro. “Anche perché i bandi pubblici sono molto interessanti e appetibili – ha spiegato Torchio – rappresentando un quarto degli interi investimenti su suolo nazionale. Si pensi che a Bozzolo per un appalto da 200mila euro per l’asfaltatura strade hanno fatto domanda ben 56 ditte diverse”. Successo, il mercoledì sera, pure per la serata, sempre sulle novità fiscali, organizzata in sala polivalente da Confartigianato.

Nella foto il convegno di Confartigianato

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti