Salute
Commenta

Fondazione Busi e Concass uniti: cinque incontri per aiutare nell'assistenza domiciliare

Scopo del progetto è quello di aiutare i partecipanti ad uscire dal tunnel dell’isolamento e dell’impotenza diventando dei “curanti esperti” nell’uso delle parole da dire, per tenere accesa la relazione

Nella foto la biblioteca Mortara, sede degli incontri

CASALMAGGIORE – Fondazione Conte Carlo Busi e Consorzio Casalasco Servizi Sociali vogliono fornire risposte agli interrogativi ed ai bisogni dei familiari che assistono a domicilio anziani fragili con problemi di demenza con la seconda edizione del progetto formativo denominato: “Chi fa da sé… non fa per tre”. Il percorso si articola in cinque incontri, che si terranno presso la Biblioteca Comunale “A. Mortara”, in via Marconi n.8, a Casalmaggiore (primo piano, Sala Riunioni) a partire da giovedì 15 novembre 2018, dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

Gli incontri si svolgeranno con la modalità tipica del gruppo di autoaiuto con conduttore professionista e partiranno dall’esperienza di ciascun partecipante. I familiari che assistono a domicilio persone con demenza sono le “vittime nascoste” della malattia: profondono tempo, affetto, energie, risorse economiche e notano che, nonostante tutto, il loro caro anziché migliorare, peggiora… Impotenza, solitudine, senso di inutilità e di inadeguatezza sono i sentimenti che accompagnano chi assiste a domicilio una persona con demenza: “Sono io che non so curare?”, “E’ colpa mia se peggiora?”. 

Negli incontri ciascun familiare avrà la possibilità di condividere ed integrare la propria esperienza con quella di altri familiari a beneficio della competenza di tutti i partecipanti. Nel corso degli incontri l’attenzione sarà rivolta a quello che succede a casa, nella quotidianità, accanto alla persona con demenza.
Il conduttore proporrà ai partecipanti un nuovo approccio con la persona malata, da sperimentare durante gli incontri e poi a casa, nella quotidianità. Scopo del progetto è quello di aiutare i partecipanti ad uscire dal tunnel dell’isolamento e dell’impotenza diventando dei “curanti esperti” nell’uso delle parole da dire, per tenere accesa la relazione, nell’uso di tecniche per poter gestire i disturbi del comportamento, che si manifestano nella quotidianità.

Gli incontri sono stati programmati nei seguenti giorni, con il seguente orario:

Giovedì 15 Novembre 2018 ore 17.00-19.00

Giovedì 29 Novembre 2018 ore 17.00-19.00

Giovedì 13 Dicembre 2018 ore 17.00-19.00

Giovedì 20 Dicembre 2018 ore 17.00-19.00

Giovedì 10 Gennaio 2018 ore 17.00-19.00

La partecipazione è libera e gratuita, previa iscrizione. Per ulteriori informazioni ed iscrizione contattare il Servizio di Psicologia della Fondazione Conte Carlo Busi al seguente recapito: 327 3595106 oppure l’Ufficio Accettazione della Fondazione Conte Carlo Busi al numero 0375 43644, fax 037543562. E-mail:   accettazione@geriatricobusi.it

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti