Commenta

"Ai confini... della vita",
al Maffei convegno tra bioetica
e cure pallative sabato 1 dicembre

Saranno presenti rappresentanti della Santa Sede, insieme ad esponenti ed esperti di centri, ospedali, istituti ed università di teologia, bioetica e pastorale della salute d'Italia e della Santa Sede, perciò a livello nazionale ed internazionale.

CASALMAGGIORE – Il convegno “Ai confini… della vita” si terrà a Casalmaggiore in Auditorium San Giovanni Paolo II presso l’Oratorio Maffei (parrocchia del Duomo) il sabato 1 dicembre 2018. Convegno organizzato con la sinergia e la collaborazione di Newtabor Onlus, Cappellania dell’Ospedale OglioPo, Ufficio Pastorale della Salute della Diocesi di Cremona. Saranno presenti rappresentanti della Santa Sede, insieme ad esponenti ed esperti di centri, ospedali, istituti ed università di teologia, bioetica e pastorale della salute d’Italia e della Santa Sede, perciò a livello nazionale ed internazionale.

La Nuova Carta degli Operatori Sanitari, voluta da Papa Francesco, ricorda che «tutelare la dignità di morire» significa rispettare il malato nella fase terminale della vita, escludendo sia di anticipare la morte con l’eutanasia, sia di dilazionarla con il cosiddetto accanimento terapeutico. La Carta è un vademecum per coloro che desiderano operare in armonia con gli insegnamenti di Cristo e con il Magistero della Chiesa.

La nuova Carta è un valido compendio di dottrina e prassi e tratta:
-di eticità della sedazione palliativa profonda nelle fasi prossime al momento della morte;
-del fatto che il medico non è un mero esecutore delle richieste del paziente ma conserva il diritto e il dovere di sottrarsi a volontà diverse dalla propria coscienza;
-l’alimentazione e l’idratazione artificiali vanno considerate tra le cure di base dovute al morente, quando non risultano troppo gravose o di alcun beneficio. Ma cosa si intende per «troppo gravose» o per «alcun beneficio»?

La vita è un dono di Dio e noi siamo chiamati ad amarla ed accompagnarla nel percorso esistenziale del generare, vivere e morire. Sul piano sociale la carta si sofferma anche sul tema dell’accesso ai farmaci e alle tecnologie disponibili riguardo chi è affetto da malattie rare o i farmaci orfani, ma anche nei confronto dei Paesi in via di sviluppo. Da tutto questo esame nasce la necessità di comitati etici professionalmente preparati e di una nuova Pastorale della Salute. Il corso è rivolto a medici, farmacisti, infermieri, operatori tecnici e sanitari, volontari, cittadini.

Di seguito il programma:
8.45
Apertura lavori
Don Davide Barili
9.00
La nuova carta degli operatori sanitari
Mons. Jean-Marie Mate Musivi Mupendawatu
9.45
La legge n. 219 del 22 dicembre 2017
On. Alessandro Pagano
10.30
Dibattito
10.50
Il ruolo dei comitati etici
Prof. Antonio Gioacchino Spagnolo
11.30
Dove andare? Ecco le cure palliative
Dr. Giovanni Paganini
12.10
Dibattito
12.30
Testimonianza di vita
Dr. Gianfranco Salzillo
12.45
Che pastorale?
Prof. Palma Sgreccia
13.20
Dibattito
13.40
Chiusura dei lavori

MODERATORE
Tonghini don Paolo

RELATORI
Don Davide Barili
Vicario Zonale Zona 5  – Diocesi di Cremona

Mons. Jean-Marie Mate Musivi Mupendawatu
Membro Pontificia Commissione per le attività del settore sanitario delle persone giuridiche pubbliche della Chiesa e Segretario delegato del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale della Santa Sede Vaticana.

On. Alessandro Pagano
Onorevole Parlamentare della Camera dei Deputati dello Stato.

Prof. Antonio Gioacchino Spagnolo
Direttore dell’Istituto di Bioetica e Medical Humanities della Facoltà di Medicina e chirurgia “A. Gemelli” dell’Università Cattolica del S. Cuore, sede di Roma e membro del Comitato di Direzione del Centro di Ateneo di Bioetica dell’Università Cattolica del S. Cuore, Milano.

Dr. Giovanni Paganini
Dirigente Medico S.C. Medicina Generale – P.O. Pieve di Coriano – ASST Mantova e Direttore dell’Ufficio Pastorale della Salute della Diocesi di Mantova.

Dr. Gianfranco Salzillo
Bioeticista clinico, membro team esperti della Santa Sede per la revisione della Carta degli Operatori Sanitari e Presidente Medici Cattolici di Capua

Prof. Palma Sgreccia
Preside dell’Istituto Internazionale di Teologia Pastorale Sanitaria Camillianum di Roma

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti