Commenta

Casalmaggiore, via a iniziative
di Natale con la pista
da ghiaccio e l'Estudiantina

A breve sarà installato anche il totem nel quale saranno indicati i nomi di tutti i commercianti o i privati, che hanno deciso di acquistare, al costo di 120 euro, un metro quadrato di pista.

CASALMAGGIORE – E’ stata inaugurata l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata, come si conviene a queste iniziative, che costituiscono l’inizio delle festività natalizie. In realtà già da qualche giorno la pista di ghiaccio a Casalmaggiore, in piazza Garibaldi, era stata montata: un periodo di prova che è risultato utile, portando alla sostituzione dei pattini dopo qualche problema tecnico iniziale.

Duecento metri quadrati di pista voluti dalla Pro Loco e dal Comune di Casalmaggiore con una raccolta di fondi tra commercianti e privati; ottocento metri quadrati, invece, di villaggio, con il reparto bar in cui è possibile consumare e al contempo noleggiare i pattini appositi e, al contempo, tre piccole casette in cui, oltre alla partecipazione di un esercente del centro cittadino, verranno organizzati eventi natalizi e e vetrine per alcune associazioni di Casalmaggiore. Tre piccoli alberi, per un messaggio più ecologico ed etico, sostituiscono quello imponente negli anni scorsi donati dal comune di Breguzzo e completano, assieme alle luci a tema proiettate sulla facciata del municipio, il colpo d’occhio.

Il saluto è giunto, sabato pomeriggio, dal sindaco Filippo Bongiovanni e dal presidente della Pro Loco Marco Vallari, mentre ad allietare il pomeriggio – con i più piccoli che hanno preso d’assalto la pista da ghiaccio – è stata soprattutto la Banda Estudiantina di Casalmaggiore diretta dal Maestro Roberto Lupi, che ha dato vita a un vero e proprio tour per le vie del centro, partendo da piazza Garibaldi, spostandosi verso via Baldesio, poi in piazza Turati e sotto la Galleria Gorni. Intanto per quel che concerne la pista da ghiaccio si è optato per prezzi di favore: con 5 euro, durante i giorni feriali, sarà possibile restare in pista tutto il tempo che si vuole; alla stessa cifra, il sabato e la domenica, si potrà pattinare per un tempo massimo di due ore di fila. Una spesa ridotta rispetto alle altre piste da ghiaccio, così hanno garantito dalla Pro Loco.

A breve sarà installato anche il totem nel quale saranno indicati i nomi di tutti i commercianti o i privati, che hanno deciso di acquistare, al costo di 120 euro, un metro quadrato di pista. Il comune casalese, intanto, ne ha comprati una decina per dare un segnale. Va detto che la pista da ghiaccio assieme al villaggio resterà poi di proprietà della Pro Loco di Casalmaggiore, che potrà noleggiare la struttura ad associazioni, oppure organizzare eventi anche con la bella stagione: la pista da ghiaccio, senza ghiaccio, infatti potrà essere utilizzata come pista da ballo oppure come struttura per il pattinaggio a rotelle.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti