Cronaca
Commenta

Giorgia Benusiglio a Casalmaggiore: la testimonial contro la droga in Baslenga il 13 dicembre

La sua attività consiste nell’incontrare gli studenti delle scuole di tutta Italia, dagli 11 ai 21 anni. Inoltre, durante gli incontri serali aperti alla cittadinanza dialoga con genitori, educatori e professionisti del settore.

CASALMAGGIORE – L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Romani”, ha organizzato per il 13 dicembre alle ore 10,30 presso la Palestra Baslenga un incontro con la testimonial per la prevenzione contro l’uso di sostanze stupefacenti Giorgia Benusiglio. Laureata in Scienze della Formazione Primaria all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con la tesi in Psicologia della Famiglia “Relazioni e Comportamenti a Rischio in Adolescenza” (110 e lode), Giorgia è da 11 anni testimonial italiana per la prevenzione contro l’uso di sostanze stupefacenti.

La sua attività consiste nell’incontrare gli studenti delle scuole di tutta Italia, dagli 11 ai 21 anni. Inoltre, durante gli incontri serali aperti alla cittadinanza dialoga con genitori, educatori e professionisti del settore. Nel 2008 è stata testimonial del portale del Ministero della gioventù guidato da Giorgia Meloni. Nel 2010 ha scritto il libro autobiografico dal titolo “Vuoi trasgredire? non farti” raccontando il calvario che ha vissuto a causa dell’assunzione di mezza pasticca di ecstasy che la portata a subire un trapianto di fegato per salvarle la vita. Inoltre, il libro è stato tradotto in diverse lingue. E’ stata autrice di una sezione dedicata all’argomento droghe sul mensile di salute “BenEssere”. Nel 2016 è protagonista del docufilm “Giorgia Vive” vincitore del premio Cariddi al Film Festival di Taormina.

Il forte impatto mediatico che ha la sua storia, l’ha porta ad essere ospite di numerose trasmissioni televisive come Maurizio Costanzo Show, Nemo, Matrix, Le Iene, Presa Diretta, Porta a Porta, Uno mattina, Verissimo, Domenica In, Pomeriggio cinque ecc..; ad essere intervistata in più occasioni in tutti i telegiornali delle reti nazionali. La sua storia è protagonista di molteplici articoli usciti sulle più importanti testate giornalistiche. Per la sua attività, le hanno riconosciuto diversi premi tra cui il premio nel 2015 “Liberta Parmigiana” premio assegnato anche alla Nobel per la pace a Shirin Ebadi e “Vigna D’argento” premiata dal prefetto di Lecce Claudio Palomba, nel 2016 “Maestro Fardo”, “Melvin Jones Fellow” più alta onorificenza del Lions Club, nel 2017 “Paul Harris Fellow” più alta onorificenza del Rotary Club.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti