Commenta

Babbo Bickers sin sotto la
pediatria dell'Oglio Po, domenica
ritrovo in piazza Garibaldi

La direzione ospedaliera, proprio per l'occasione, ha infatti dato l'assenso ai motociclisti di passare proprio sotto le finestre del reparto dove i bimbi potranno guardare tutti quei divertenti Babbi Natale in sella alle due ruote

CASALMAGGIORE – Faranno una sorpresa a tutti i bambini ricoverati nel reparto pediatrico dell’Oglio Po i babbi natale in motocicletta che si ritroveranno domenica mattina in piazza Garibaldi per Babbo Bickers, iniziativa pensata da Cristian Oliva (Liston Bar, in piazza Garibaldi a Casalmaggiore) e Valentino Fontana.

La direzione ospedaliera, proprio per l’occasione, ha infatti dato l’assenso ai motociclisti di passare proprio sotto le finestre del reparto dove i bimbi potranno guardare tutti quei divertenti Babbi Natale in sella alle due ruote e magari lasciarsi prendere da un sorriso. Le moto sono sempre belle per i piccoli, lucenti ‘carrozze’ delle fiabe in cui magari pensare di andare lontano.

Il ritrovo degli amanti della motocicletta (ma non solo) è fissato in piazza Garibaldi Casalmaggiore entro ore 11 per le iscrizioni. La partenza per presidio ospedaliero è fissata per le 11.30/45. Necessario qualcosa che ricordi babbo Natale: se non proprio tutto l’abbigliamento almeno barba (finta o vera poco importa) e cappello. Arrivo in Oglio Po, consegna delle donazioni raccolte e visita in reparto pediatria. La festa andrà avanti sino alle 18.

La quota di partecipazione è di € 15 comprensiva di panino con porchetta, una bevanda, caffè e contributo donazione. Per i partecipanti – come dicevamo prima – sarebbe buona cosa munirsi di costume Babbo Natale. Gradita conferma entro il 19 dicembre. Per le info si può ontattare Cristian (3331216773) o Valentino (3922834686).

Per chi non potesse partecipare ma volesse comunque contribuire alla causa la possibilità di lasciare un’offerta è già aperta da Cristian al Liston Bar. “E’ vero, è stato chiuso il punto nascite – spiega Valentino Fontana – ma ci resta comunque la pediatria che è un reparto molto valido e va sostenuto”.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti