Commenta

Il coro Joy Voices compie
dieci anni: concerto speciale per
il compleanno a San Francesco

In questi dieci anni nel gruppo si sono avvicendati oltre cento giovani, ma molti coristi della prima ora in questi anni per motivi di lavoro si sono trasferiti lontano, anche all’estero, pur mantenendo l’amicizia e un piacevole ricordo di questa esperienza.

CASALMAGGIORE – Dieci anni da festeggiare sotto Natale: un compleanno con candeline da spegnere dunque con l’atmosfera giusta. Il coro Joy Voices si è costituito nel 2008 per iniziativa di alcuni amici accomunati dalla passione per la musica e desiderosi di impegnarsi col Maestro Abele Zani per realizzare un progetto musicale innovativo rispetto altre realtà presenti nel casalasco.

Nel gruppo sono confluite competenze diverse: studenti e diplomati di Conservatorio, membri esecutori di varie formazioni vocali e strumentali a cui si sono uniti giovanissimi alle prime esperienze musicali. La scelta del nome non è casuale: “Joy Voices” ovvero “Voci di gioia” perché è questo il sentimento che vuole trasmettere a tutti. Il repertorio preferito dal coro è costituito da musica di tradizione anglosassone e afroamericana e in particolare da gospels e spirituals, generi adatti a coniugare l’abilità vocale con l’entusiasmo e l’energia dei giovani. Canzoni tipicamente natalizie e allora ecco che non appare banale la collocazione scelta per questo compleanno in cifra tonda. Nel corso degli anni gli arrangiamenti realizzati da Marco Vezzosi e da Abele Zani con l’aggiunta di strumentazioni talvolta insolite hanno conferito ai brani un’interpretazione originale molto apprezzata dal pubblico.

Il coro Joy Voices vanta ormai oltre duecento apparizioni pubbliche tra concerti, celebrazioni e partecipazioni a rassegne e ad eventi significativi ove ha sempre riscosso successo. Particolare notorietà hanno ottenuto alcune sue esibizioni come la partecipazione alla trasmissione televisiva “La canzone di noi” trasmessa sulla rete TV2000; il concerto di Natale al Teatro Bibiena di Mantova; il concerto all’EXPO 2015; l’animazione dell’”Agorà dei giovani” a Caravaggio; la partecipazione al Giubileo delle Corali presso la sala Nervi e la Basilica di San Pietro a Roma; i numerosi concerti in Francia col gemellaggio di Casalmaggiore con Guilherand Granges.

Il coro ha organizzato dieci rassegne dal titolo “Tante voci, Una Lode” che hanno consentito il confronto e l’arricchimento di competenze musicali diverse. In questi dieci anni nel gruppo si sono avvicendati oltre cento giovani, ma molti coristi della prima ora in questi anni per motivi di lavoro si sono trasferiti lontano, anche all’estero, pur mantenendo l’amicizia e un piacevole ricordo di questa esperienza. Il coro Joy Voices, a sostegno l’Associazione AIR in favore della ricerca per la cura della sindrome di RETT, ha inciso due album di cui uno presso la sala di registrazione della prestigiosa Radio Vaticana.

Dalla sua fondazione il coro Joy Voices è rispettivamente accompagnato e diretto dai Maestri Marco Vezzosi e Abele Zani, entrambi diplomati presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma. Il concerto del 22 dicembre in San Francesco alle ore 20,45 si prospetta come un evento importante e di richiamo dato che vedrà in sala tanti ex coristi oltre ai numerosi fans abituali. La preparazione gioiosa al Natale, con queste voci di gioia appunto, è assicurata.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti