Commenta

Gli eventi clou post Natale
(e non solo) nel Casalasco
A Quattrocase il Presepe Vivente

Natale, Santo Stefano e Capodanno non trovano impreparato il Casalasco, che si prepara alle festività con una serie di iniziative, alcune delle quali nuove, altre invece da tempo collaudate.
Nella foto il Presepe Vivente di Quattrocase nel 2017

La pista da ghiaccio, i presepi con la manifestazione più particolare che ancora una volta sarà a Quattrocase, e ancora, per chi ha già prenotato, una crociera molto particolare sul Po. Natale, Santo Stefano e Capodanno non trovano impreparato il Casalasco, che si prepara alle festività con una serie di iniziative, alcune delle quali nuove, altre invece da tempo collaudate.

A Casalmaggiore l’occasione può essere ghiotta per schettinare, ad esempio, o ritrovarsi dietro un bicchiere di vin brulè. La pista da ghiaccio in finto ghiaccio, dopo i problemi tecnici dei giorni scorsi, potrebbe vivere il proprio riscatto e richiamare un discreto movimento di persone sotto il municipio di Casalmaggiore, per provare a fare rivivere il “listone”, che in questa fase dell’anno si anima più che nel quotidiano.

Sempre a Casalmaggiore, ma in frazione di Quattrocase, Santo Stefano si festeggia col Presepe Vivente del giorno dopo, tradizione che si perpetua dal 1995 e dunque è giunta, contando pure qualche breve interruzione, alla sua 19esima edizione. Un momento in cui si riflette sulla nascita di Gesù osservando l’evento a distanza di qualche ora dal Natale vero e proprio: l’apertura dell’area presepe è alle ore 16 di Santo Stefano, la sacra rappresentazione attraverso i racconti evangelici passa invece dalla presenza di ben 60 figuranti e inizierà verso le 17. Un successo garantito con l’organizzazione del Gruppo Emergenti e della parrocchia di San Giovanni Evangelista.

A proposito di presepi, non mancano le occasioni nell’intero comprensorio: si pensi ad esempio a San Martino dall’Argine, che ormai da quattro anni di fila propone appunto “Presepi Incantati”, riuscendo a mostrare all’interno di chiesa castelli composizioni che giungono da ogni parte d’Italia, realizzate da maestri presepisti con 50 pezzi unici in esposizione.

Da rimarcare pure l’esperienza di Torricella del Pizzo, che in attesa di assegnare i premi ai migliori presepi, nel giorno dell’Epifania, apre al pubblico l’esposizione di lavori che giungono soprattutto dalla nostra Bassa e dal comprensorio Oglio Po, giocando così in casa.

A Sabbioneta, invece, la mostra visitabile in questo settore è presso il Polo Museale Vespasiano Gonzaga, dove l’esposizione è attiva dallo scorso 8 dicembre. Senza dimenticare la consueta Natività proposta al Santuario della Fontana di Casalmaggiore, realizzata dall’artista casalasco Paride Pasquali con alcuni volontari. Sempre Pasquali esporrà i propri acquerelli nei locali interni del Santuario.

A Rivarolo del Re vi è invece un albero molto particolare: quello di Franco Sbolzani, dedicato quest’anno al tema dell’unità d’intenti e dello stare insieme, mentre nel comune rivarolese non manca, ormai da anni, il presepe della famiglia Bottoli.

Per chi ama il teatro, e tornando a Casalmaggiore, al Comunale di via Cairoli va in scena il giorno di Santo Stefano con repliche alle 15.30 e alle 18 ”Biancaneve” del Teatro del Carretto, spettacolo cult a livello mondiale, nell’ambito della rassegna “A teatro con la famiglia” diretta da Giuseppe Romanetti.

Guardando oltre il Natale e Santo Stefano, a Piadena il 28 dicembre alle ore 20.30 verrà premiato in sala consiliare Riccardo Orsoni come sportivo piadenese dell’anno, mentre particolarmente suggestiva appare la crociera sul Po nella notte di San Silvestro a bordo della Motonave Stradivari, che partirà come sempre da Boretto con possibilità di pernottamento in hotel convenzionati a Brescello, comunque a pochi chilometri dal Casalasco. Per festeggiare un inizio 2019 decisamente magico.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti