Commenta

A Gussola un centro sportivo e
scolastico d'avanguardia: progetto da
270mila euro (133mila dalla Regione)

“Si tratta di una zona viva e che non può essere lasciata all’abbandono - come spiega il sindaco di Gussola Stefano Belli Franzini - perché lì attorno vi sono società sportive e scuole, dunque la parte più giovane del paese”. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

GUSSOLA – E’ di ben 133mila euro il finanziamento che Regione Lombardia ha concesso, come contributo a fondo perduto, all’Unione Terrae Fluminis, che coinvolge sia Gussola che Torricella del Pizzo. Soldi freschi che consentiranno in particolare di realizzare, al doppio della cifra finanziata (che per metà verrà dunque messa a disposizione dall’Unione), la riqualificazione della zona sportiva di Gussola, in via Mazzini, che godrà così di nuove strutture e nuovi spazi. I risultati si vedranno entro il 2020 con i lavori che dovranno essere assegnati entro il prossimo maggio.

Per la precisione il progetto prevede la realizzazione di un nuovo posteggio per auto tra le due palestre esistenti e il rifacimento del campo da allenamento con la realizzazione di un campo sintetico da calcio a sette. Questo però avrà una doppia tracciatura, il che permetterà poi di poter ricavare, all’interno dello spazio, due campi di calcio a cinque. Non mancherà nemmeno un percorso ciclopedonale, che verrà realizzato con altri contributi a fondo perduto. “Si tratta di una zona viva e che non può essere lasciata all’abbandono – come spiega il sindaco di Gussola Stefano Belli Franzini – perché lì attorno vi sono società sportive e scuole, dunque la parte più giovane del paese”.

Il nuovo posteggio auto che fa parte del maxi progetto di riqualificazione, infatti, porterà al nuovo ingresso del centro sportivo che vedrà un nuovo collegamento illuminato sino alla tribuna centrale, e costeggerà il nuovo campo in sintetico. Questo collegamento consentirà anche alle scuole di poter accedere in sicurezza alla nuova area. L’intervento prevede la realizzazione di nuovi percorsi per l’utenza debole e le rampe di accesso alla palestra scolastica, in quanto il nuovo ingresso sarà appunto rivolto verso il nuovo parcheggio. Il progetto è curato dallo studio Valsecchi di Sospiro.

“L’amministrazione comunale gussolese e l’Unione, hanno scelto di investire in questa area, in primis per risanarla, e renderla più sicura, grazie a questo intervento tutta la zona sarà illuminata, e videosorvegliata, risolve un problema di posteggio per gli altri impianti che sono presenti, i quali verranno completamente riqualificati entrambi grazie ad un altro importante contributo ottenuto, mi riferisco sia alla palestra scolastica che al Palatenda. Un percorso di rigenerazione totale dell’area se calcoliamo anche il percorso ciclopedonale realizzato anch’esso con contributi a fondo perduto”. Intanto nell’area in oggetto sono presenti sia la scuola media per la quale Gussola è in graduatoria per un contributo sull’adeguamento sismico ed energetico per un valore di 1,2 milioni di euro, sia il nido e la scuola materna: di fatto si creerà un vero e proprio polo sportivo e scolastico d’avanguardia.

“Nel 2019 a Gussola – chiosa Belli Franzini – partiranno molti lavori, dal cimitero, alle strade, e sopratutto l’avvio come detto in precedenza della riqualificazione delle due palestre. Andranno a compimento e partiranno molti degli obbiettivi che ci eravamo prefissati in questo mandato. Siamo soddisfatti perché la bella notizia evidenzia che l’Unione, e l’amministrazione gussolese ancora una volta riescono a realizzare interventi attingendo a fondi messi a disposizione dai vari enti. Questo sta a dimostrare capacità progettuale, e visione d’insieme. Avevamo detto che la ricerca di fondi attraverso i bandi sarebbe stata un prerogativa, e abbiamo mantenuto la parola. In questi anni abbiamo ottenuto contributi a fondo perduto per quasi 1,5 milioni du euro. Per una piccola realtà come la nostra vuole dire molto. Colgo l’occasione per ringraziare lo studio di progettazione, gli uffici comunali, ed ovviamente Regione Lombardia per l’opportunità concessa”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti