Commenta

Nonno Nerone a Novara al
Rifugio di Nonna Papera, una
bella storia di Natale (anzi, due)

Alla fine Nerone è stato affidato al Rifugio di Nonna Papera di Novara, una struttura speciale con volontari speciali che si occupano di cani anziani. E' stato lo stesso Fabio a portarlo sino a Piacenza dove è avvenuto l'incontro

CALVATONE – E’ andato a passare la vita che gli resta a Novara, in una struttura e tra i membri di un’associazione che si occupa di cani anziani. Lui è Nerone, 15 anni, portato in una bacinella al canile di Calvatone. Anziano e malato. Era stato il cane di una signora anziana, che lo aveva seguito sino a quando, per lei, era giunta l’ora di entrare in una casa di riposo. Dopo una vita passata a cercare le mani di chi lo aveva amato si era ritrovato solo.

Nessuno tra chi lo conosceva aveva preso in conto l’idea di occuparsene. E, come purtroppo troppo spesso capita, per Nerone si erano spalancate le porte della struttura di Calvatone. I primi giorni spaventato, aveva imparato a conoscere i volontari, le persone speciali che fanno andare avanti quel canile, che se ne erano prese cura. Aveva, e nonostante tutto, deciso di fidarsi di chi aveva intorno.

L’esito della visita veterinaria non era stato positivo. Un leggero soffio al cuore e, più preoccupante, una neoplasia nella zona anale. La sua storia era stata ribattuta sul web e per lui, oltre alla solidarietà di qualche amico del canile, era scattata la solidarietà di due associazioni che avevano deciso di prendersene cura. A seguire tutta la vicenda Fabio Malagola, uno dei volontari più attivi. Aveva contattato entrambe le persone che avevano optato per portarlo a casa.

Alla fine Nerone è stato affidato al Rifugio di Nonna Papera di Novara, una struttura speciale con volontari speciali che si occupano di cani anziani. E’ stato lo stesso Fabio a portarlo sino a Piacenza dove è avvenuto l’incontro. Nerone ora è in una dimora al caldo, con altri cani ‘diversamente giovani’, che gira e annusa come un giovinetto ed è sereno.

Ma non è il solo ‘miracolo di Natale’ che il destino ha voluto regalare al canile e ai suoi nonnini in questo fine anno. Gli altri aspiranti adottanti di Nerone, con un bellissimo gesto, hanno deciso di portare a casa un altro nonnino e lo verranno a prendere ad inizio anno. Vi racconteremo la sua storia, appena l’adozione sarà portata a termine.

Ma già adesso due cani anziani che trovano casa e persone disposte ad amarli e a prendersene cura per il tempo che resta sono più di una bella notizia. Sono un piccolo miracolo natalizio avvenuto in una struttura – quella del canile di Calvatone – dove operano volontari e personale davvero speciale. Due storie belle che ripagano un po’ tutti del tanto lavoro con gli amici pelosi.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti