Commenta

Alla Pomì fuori casa manca
ancora molta strada: a Novara
netto ko. In Coppa sfida a Busto

La VBC Pomì Casalmaggiore esce sconfitta dal PalaIgor di Novara contro la Igor Volley per 3-0 nell'ultima giornata di andata della Samsung Volley Cup che laurea le Igorine campioni d'Inverno.
Foto Manuel Bongiovanni

IGOR GORGONZOLA NOVARA – VBC POMI’ CASALMAGGIORE: 3-0 (25-13 / 25-18 / 25-23)

Igor: Carlini 4, Plak 1, Nizetich, Chirichella 4, Sansonna (L), Piccinini 8, Bartsh-Hackey 7, Veljkovic 9, Egonu 19. Non entrate: Stufi, Camera, Bici, Zannoni. All. Barbolini-Baraldi

VBC Pomì: Mio Bertolo, Spirito (L), Lussana, Gray, Bosetti 7, Radenkovic, Arrighetti 3, Carcaces 8, Kakolewska 6, Pincerato, Rahimova 16, Cuttino. Non entrate: Marcon. All. Gaspari-Bertocco.

NOVARA – La VBC Pomì Casalmaggiore esce sconfitta dal PalaIgor di Novara contro la Igor Volley per 3-0 nell’ultima giornata di andata della Samsung Volley Cup che laurea le Igorine campioni d’Inverno.

Primo set. L’Igor parte forte ma la Pomì c’è, Kakolewska in primo tempo fa 3-5 e Rahimova accorcia nuovamente con una diagonale. E’ fuori il tentativo di Rahimova, l’Igor si porta sull’8-4 e coach Gaspari preferisce chiamare il primo time out della gara. Punto d’astuzia dell’opposto azero in maglia rosa che sigla il 7-11. Bartsch, forse la migliore delle sue sinora, trova il varco giusto e fa 13-9. Veljkovic beffa Pincerato e mette a terra il pallone del 16-9, coach Gaspari ricorre al secondo time out. Carlini al ritorno in campo trova l’ace del 17-9. E’ Rahimova a portare in doppia cifra Casalmaggiore, 10-18. Bella diagonale ficcante di Bosetti che fa 11-20. Parallela efficace di Bosetti che sigla il 13-24, ma è Piccinini a chiudere la frazione 25-13. Top scorer: Bartsch e Veljkovic 4, Rahimova 6.

Secondo set. Chirichella apre le marcature ma Carcaces con un muro su Egonu pareggia i conti. E’ ancora Carcaces a rimettere tutto in parità 2-2. L’igor spinge e Carlini di seconda fa 8-5, ma Bosetti sfrutta il muro avversario e accorcia. Diagonale devastante di Carcaces che taglia la difesa igorina, 7-9. Kakolewska si alza bene in primo tempo e mette a terra il pallone del 8-10. E’ Carcaces a ristabilire la parità, 10-10. Egonu infila l’ace del 15-12 e coach Gaspari chiama il primo time out della seconda frazione. Al ritorno è ancora Egonu a finalizzare la sua battuta, 16-12. Bosetti sfrutta ancora una volta le mani del muro avversario e trova il 13-17. Palla morbidissima di Capitan Arrighetti e Casalmaggiore si porta sul 14-18. E’ ancora una volta Bosetti a siglare il punto rosa, 15-19. Sul 20-15 Igor coach Gaspari inserisce Mio Bertolo per Kakolewska. Rahimova indovina la diagonale giusta e fa 16-21, dentro Cuttino per Pincerato e Radenkovic per Rahimova, coach Gaspari inverte la diagonale. E’ un pallone fuori di Cuttino che chiude la frazione 25-18 Igor. Top scorer: Egonu 9, Carcaces 6.

Terzo set. Stavolta è Rahimova in diagonale ad aprire le marcature del set, ma Bartsch pareggia i conti. Carcaces trova l’ace che porta avanti la Pomì, 3-2. Egonu mura Bosetti e la Igor si riporta in vantaggio 4-3. Bartsch allunga così coach Gaspari chiama time out, 6-3 Novara. Mani-fuori di Bosetti e attacco out di Bartsch e la Pomì si porta sul 6-9. Rahimova indovina la diagonale giusta, 7-9 Pomì e coach Barbolini chiama time out. La Pomì ingrana sempre più, Bosetti mura Egonu ed è pareggio 10-10. Bella palla di Radenkovic per Bosetti e la schiacciatrice trova la traiettoria morbida, 11-11. Rahimova indovina il pallone del sorpasso con la complicità di Egonu, 12-11. Muro a tre su Bartsch, spicca Arrighetti ed è 13-11 Pomì. Esce l’attacco delle padrone di casa e coach Barbolini chiama time out sul 15-12 Pomì. Il 16-14 Pomì è un primo tempo di Kakolewska, nella battuta successiva Rahimova sembra allungare con un ace ma il video check smentisce e Egonu pareggia in conti 16-16. Cannonata di Polina Magnitudo Rahimova, tenendo fede al suo soprannome, che fa 18-17. Novara si riporta avanti ma Carcaces in pipe rimette tutto sul 19-19 e Arrighetti con un muro riporta le rosa in vantaggio, 20-19 Pomì. Rahimova raccoglie il bagher di Radenkovic e manda Bosetti in battuta sul 21-22. Novara allunga ma Rahimova tiene le sue attaccate al set, 22-23. Egonu trova la diagonale del 24-22, ma Kakolewska frena gli entusiasmi, 23-24. E’ Egonu a chiudere la frazione 25-23 ed il match per 3-0.

MVP: Lauren Carlini

“Novara è una squadra mostruosa – dice coach Marco Gaspari – tanto merito a loro. Il demerito nostro è stato peccare nei fondamentali di difesa e muro dove dovevamo giocare meglio, perchè invece in attacco abbiamo secondo me lavorato bene, ma davanti avevamo davvero una squadra molto forte che, insieme a Comegliano e a Scandici, ha qualcosa in più. L’obiettivo è restare nelle parti alte della classifica, ma voglio pensare gara per gara…il sei gennaio ci aspetta Conegliano”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti