Commenta

Presepi della Bassa, uno sguardo
alla mostra concorso di
Torricella in attesa del gran finale

Una sorta di mostra concorso, dove i premi non mancano per nessuno e in particolare, oltre che per i privati che hanno deciso di iscriversi, proprio per gli studenti delle scuole del Casalasco, con Gussola e Scandolara Ravara in prima fila. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

TORRICELLA DEL PIZZO – Da un lato la tradizione, che si rinnova per il quinto anno di fila; dall’altro il messaggio originale e sempre innovativo, oltre che educativo e in certi casi ecologico, che passa dall’impegno proposto alle scuole del circondario e, assieme, al presepe realizzato con materiale di risulta raccolto tra i detriti delle varie piene o dei vari passaggi, negli anni, del fiume Po. A Torricella del Pizzo, presso l’agriturismo Torretta gestito dalla famiglia Fadani, “I Presepi della Bassa in Cascina” è ormai un appuntamento immancabile.

Una sorta di mostra concorso, dove i premi non mancano per nessuno e in particolare, oltre che per i privati che hanno deciso di iscriversi, proprio per gli studenti delle scuole del Casalasco, con Gussola e Scandolara Ravara in prima fila, che realizzano il proprio presepe lanciando un messaggio. La mostra è stata inaugurata domenica 16 dicembre ma sarà attiva fino al 6 gennaio, nei festivi e prefestivi dalle 14.30 alle 18 (in settimana su prenotazione) con ingresso libero. Il giorno della chiusura, proprio per l’Epifania dunque, alle ore 15, ci sarà il riconoscimento a tutti gli espositori e contemporaneamente la premiazione del concorso “Illuminiamo il Natale”, che è una sorta di manifestazione parallela, in cui si invitano i residenti di Torricella del Pizzo a creare giochi di luce e composizioni nella propria abitazione.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti