Commenta

Il calcio piange Paolo Maroli:
fu presidente della Casalese
e della Casalese Boys

I funerali si svolgeranno martedì a Casalmaggiore, presso la chiesa di San Francesco, a cura delle onoranze funebri Roffia, alle ore 15. La salma, che giungerà dall’ospedale Oglio Po, sarà poi tumulata al cimitero locale.

CASALMAGGIORE – Nella Casalese aveva ricoperto diversi ruoli: alcuni giovani di 20-25 anni fa se lo ricordano come pulminista, ma ai colori biancocelesti Paolo Maroli ha dato davvero tanto, ricoprendo anche la carica di presidente. Paolo Maroli si è spento a 84 anni dopo una malattia breve che non gli ha lasciato scampo. Nel 1999 Maroli, che prima delle meritata pensione aveva lavorato per una ditta di escavatori, era succeduto a Davide Benvenuti alla presidenza della Casalese in uno dei periodi più difficili della storia del sodalizio biancoceleste. La squadra si rimise però in sesto e nel 2001-2002 disputò un ottimo campionato di Promozione. Paolo Maroli poi, nel 2005, assunse anche la guida, sempre come presidente, della Casalese Boys, formazione di Terza categoria “sorella minore” proprio della Casalese.

Paolo lascia la moglie Adalgisa e il figlio Cristiano, grande tifoso della Casalese sempre presente in Baslenga e spesso anche in trasferta, e la sorella Cesira, oltre a cognati, nipoti, amici e parenti tutti. I funerali si svolgeranno martedì a Casalmaggiore, presso la chiesa di San Francesco, a cura delle onoranze funebri Roffia, alle ore 15. La salma, che giungerà dall’ospedale Oglio Po dove l’uomo ha trascorso gli ultimi giorni di vita, sarà poi tumulata al cimitero locale.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti