Commenta

Castelponzone, Borgo in Fiore
quest'anno non arriverà solo. C'è
il concorso per bambini pensando ad Aisla

In vista della prossima giornata del “Borgo in fiore” che si terrà il 5 maggio 2019, il comitato di Castelponzone ha accettato di collaborare con Aisla, sezione di Cremona, per arricchire l’evento anche con un concerto.

CASTELPONZONE (SCANDOLARA RAVARA) – Durante la prima domenica di maggio il borgo di Castelponzone (insignito del titolo de “I borghi più belli d’Italia”) festeggia tutte le mamme con l’evento “Borgo in fiore”, durante il quale le vie e i caratteristici portici vengono addobbati con temi floreali, ospitando venditori di piante di vario genere, artigiani e hobbisti. Il comitato che organizza questa particolare giornata, in cui la piccola frazione di Scandolara Ravara attira moltissime persone, coglie questa occasione per far conoscere il borgo e le proprie caratteristiche; inoltre lega l’evento ad una raccolta benefica per aiutare associazioni che operano sul territorio cremonese e casalasco.

In vista della prossima giornata del “Borgo in fiore” che si terrà il 5 maggio 2019, il comitato di Castelponzone ha accettato di collaborare con Aisla, sezione di Cremona, per arricchire l’evento con un concerto finalizzato a far conoscere l’associazione e a raccogliere fondi per la ricerca. Nel corso del pomeriggio, inoltre si terrà la premiazione della prima edizione del concorso letterario, rivolto all’infanzia, “La corda magica”, che quest’anno prevede il coinvolgimento delle scuole del territorio cremonese in un progetto di riflessione e scrittura sul tema delle “mani”; mani intese come strumento prezioso che chiunque può utilizzare per aiutare chi è in difficoltà. Ogni mano, anche la più piccola, può dare vita a gesti che per qualcuno (pensiamo agli ammalati di Sla, in questo caso) sono diventati difficoltosi se non impossibili.

I bambini verranno aiutati, nella realizzazione del progetto, attraverso incontri e materiale didattico in accordo con le insegnanti, per stimolare la produzione dei testi che verranno valutati in vista della premiazione finale del 5 maggio. Oltre ai premi messi a disposizione dal comitato organizzatore di Castelponzone, vi sarà un premio speciale “Aisla onlus, sezione di Cremona” (un attestato in cui verranno specificate le motivazioni legate ad un testo particolarmente significativo e un piccolo ricordo). “Borgo in fiore” sarebbe quindi un’occasione per concludere un progetto annuale di sensibilizzazione nelle scuole, far conoscere l’operato dell’associazione e raccogliere fondi per la ricerca, coinvolgendo una parte di territorio cremonese che si pone al confine con la zona casalasca, che difficilmente riesce a raggiungere Cremona in occasione dell’evento annuale di maggio.

Il tema di quest’anno, che dovrà essere seguito per realizzare gli scritti, è: “Ogni dito una magia”. Le mani, le dita e ciò che con esse si può fare, dovranno, dunque, essere il tema, il filo conduttore alla base degli elaborati che potranno essere scritti da singoli alunni o attraverso lavori di gruppo in classe; potranno essere protagoniste del racconto oppure essere presenti in altro modo nel corso dello scritto, secondo quanto i bambini riterranno opportuno, seguendo la loro fantasia per poter trasmettere un messaggio finale ai lettori che dia un senso al contenuto e richiami i valori sopra citati per la finalità del concorso.

Il concorso prevede due sezioni:
– una rivolta ai bambini dai 6 agli 8 anni compiuti (classi prima e seconda della scuola primaria) SEZIONE A
– una rivolta ai bambini dagli 8 agli 11 anni compiuti (classi terza, quarta e quinta della scuola primaria) SEZIONE B
Gli scritti dovranno essere lunghi al massimo 5 facciate ( fogli A4, stampati in verticale solo fronte, carattere Times new roman, dimensione carattere 12) ed essere consegnati presso il Museo dei Cordai di Castelponzone (Via Buschini, 3, 26040 Castelponzone CR) entro e non oltre il 15 marzo 2019.

Dovranno essere consegnati in due buste:
-una busta anonima sulla quale sia scritto solo il tipo di sezione (A o B), in cui sia presente solo il lavoro scritto, senza alcun riferimento all’autore/gruppo di autori, in cinque copie;
-una busta che riporti la scritta DOCUMENTI e la sezione, nella quale vi sia una copia del racconto firmato e la scheda di partecipazione compilata in ogni sua parte.
La partecipazione al concorso è gratuita. A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

I premi consisteranno in:
SEZIONE A
PRIMO PREMIO: materiale scolastico per il valore approssimativo di 100 euro, attestato di partecipazione con motivazione scritta del riconoscimento. Lettura in pubblico di una parte significativa della fiaba.
SECONDO PREMIO : materiale scolastico per un valore approssimativo di 60 euro, attestato di partecipazione con motivazione scritta del riconoscimento. Lettura in pubblico di una parte significativa della fiaba.
PREMIO SPECIALE AISLA ONLUS, SEZIONE DI CREMONA per la fiaba il cui contenuto riporti, in modo particolare, ai valori di solidarietà e aiuto. Regalo deciso da Aisla e attestato.
SEZIONE B
PRIMO PREMIO: materiale scolastico per il valore approssimativo di 100 euro, attestato di partecipazione con motivazione scritta del riconoscimento. Lettura in pubblico di una parte significativa della fiaba.
SECONDO PREMIO : materiale scolastico per un valore approssimativo di 60 euro, attestato di partecipazione con motivazione scritta del riconoscimento. Lettura in pubblico di una parte significativa della fiaba.
PREMIO SPECIALE AISLA ONLUS, SEZIONE DI CREMONA per la fiaba il cui contenuto riporti, in modo particolare, ai valori di solidarietà e aiuto. Regalo deciso da Aisla e attestato.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti