Commenta

Stupor Mundi, nel 2019
Casalmaggiore scopre la
Russia: calendario da definire

Un Paese come la Russia, per la sua estensione, la sua storia e la sua influenza culturale non potrà che garantire vivacità al calendario, che come al solito spazierà tra teatro, musica, cinema, curiosità e approfondimenti storici e sociologici e folklore a tutto tondo.

CASALMAGGIORE – Il viaggio tra matrioska e colbacco – giusto per limitarsi ai luoghi comuni, come tali riduttivi – partirà più avanti, non è dato ad oggi sapere con esattezza quando. Le elezioni amministrative di maggio a Casalmaggiore potrebbero infatti creare un rinvio rispetto al solito e alle annualità precedenti, anche se non si esclude una partenza comunque anticipata rispetto alla scadenza elettorale. Del resto la cultura non ha partito e Stupor Mundi, anche per questo 2019, è pronto a sondare un paese del mondo che ha lasciato il segno nei secoli. Dopo Giappone, Iran e Argentina, tocca alla grande Russia, uno degli stati più estesi del mondo e con una storia che soprattutto nel Novecento ha vissuto stravolgimenti e rivoluzioni, che hanno influenzato non soltanto la politica a livello mondiale.

Va detto che, peraltro, l’omaggio all’Argentina non è ancora terminato, dato che la mostra su Mafalda, protagonista del fumetto creato dall’argentino Quino, terminerà il 27 gennaio, mentre il 18, ossia il prossimo venerdì, a Casalmaggiore in Teatro Comunale vi sarà Lella Costa con una conferenza-spettacolo sul tema. Tornando alla Russia, il primo appuntamento sarà invece legato al cinema con il film “Dancer” di Steven Cantor, regista americano che però ha dedicato la pellicola a Sergei Polunin, uno dei più grandi ballerini a livello mondiale di origine appunto russa. La proiezione di questo film a teatro il prossimo 3 febbraio, inserito nel calendario di sei appuntamenti, sarà un’anteprima ed è l’unica data certa per il momento di Stupor Mundi Russia 2019 a Casalmaggiore.

Ma è evidente che un Paese come la Russia, per la sua estensione, la sua storia e la sua influenza culturale non potrà che garantire vivacità al calendario, che come al solito spazierà tra teatro, musica, cinema, curiosità e approfondimenti storici e sociologici e folklore a tutto tondo. Il clou di questi appuntamenti si piazza solitamente alle porte dell’estate, spesso intrecciandosi con la Fiera di Piazza Spagna o con il Casalmaggiore International Festival. Ma essendo la prima volta in cui Stupor Mundi incrocia pure un anno elettorale, ecco che forse toccherà aspettare un po’ di più. O forse no: in fin dei conti Stupor Mundi Argentina, anteprima cinematografica a parte, iniziò il 19 maggio scorso…

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti