Un commento

Identità Gussolese, si
delinea il programma: sociale,
ambiente, scuola e cultura

"Nel nostro concetto di identità - scrivono i referenti - la persona assume un ruolo da protagonista all’interno della comunità a cui appartiene. L’obiettivo è valorizzare ogni individuo, migliorandone la qualità della vita"

GUSSOLA – Si delinea il programma di ‘Identità Gussolese’ la lista – i cui nomi al momento sono top secret – che sfiderà il primo cittadino Stefano Belli Franzini alle prossime amministrative.

SOCIALE. “Nel nostro concetto di identità – scrivono i referenti – la persona assume un ruolo da protagonista all’interno della comunità a cui appartiene. L’obiettivo è valorizzare ogni individuo, migliorandone la qualità della vita ed offrendo soluzioni concrete ai problemi quotidiani”. Tra i punti che si perseguiranno:

✔️BONUS COMUNALE DI NATALITÀ: erogazione di buoni spesa per i nuovi nati gussolesi da utilizzare esclusivamente per le esigenze del piccolo all’interno del nostro territorio comunale. ✔️POLIAMBULATORIO: creazione di un ambiente polifunzionale in cui collaborino diverse figure professionali, dal medico di base al pediatra agli specialisti delle diverse discipline mediche come la rieducazione pre/post operatoria. ✔️SEGRETARIATO SOCIALE: servizio di ascolto, informazione ed orientamento del cittadino al fine di garantire una interazione costante con l’amministrazione, che fornisca risposte chiare, concrete e precise. ✔️”IO HO QUEL CHE HO DONATO”: realizzazione del principio di solidarietà sociale attraverso il recupero dei prodotti alimentari in eccedenza che verranno distribuiti e donati alle famiglie gussolesi bisognose ✔️LOTTA ALLA LUDOPATIA: “Potenziamento delle soluzioni nella lotta alla ludopatia attraverso agevolazioni fiscali per gli esercenti che dismetteranno le slot machines e con previsione della riduzione degli orari di utilizzo per chi invece sceglierà di mantenerle. Organizzazione di incontri a tema per sensibilizzare la collettività sulla dipendenza dal gioco.”

AMBIENTE E TERRITORIO. “La Nazione che distrugge il proprio suolo distrugge se stessa”. Consapevoli della veridicità di questo aforisma e di quanto sia importante evitare che ciò avvenga, è nostra intenzione porre l’accento sui seguenti aspetti che riguardano la nostra comunità. Questi i punti:

✔️VIABILITA’ PIAZZA COMASCHI: ricerca di soluzioni alternative e migliorative dell’attuale viabilità della nostra piazza, attraverso il confronto con i tecnici comunali e provinciali. ✔️RECUPERO EDILIZIO: interventi concreti finalizzati alla ristrutturazione ed al risanamento di edifici abitativi e non, in modo da favorire anche la nascita di nuovi insediamenti produttivi. ✔️SPANDIMENTO DEI FANGHI: controllo e monitoraggio di questo procedimento che negli ultimi mesi ha destato non pochi dubbi e sollevato legittime doglianze nella cittadinanza. ✔️PIANO CINGHIALI: valutazione di un programma di contenimento nel rispetto delle leggi e della responsabilità dell’ente.

 SCUOLA E CULTURA. L’istruzione e l’educazione delle nuove generazioni rappresentano un pilastro portante per il futuro di ogni comunità. La scuola e la famiglia assumono un ruolo fondamentale in questo percorso, ma anche l’amministrazione deve contribuire alla realizzazione di questo cammino. I punti del programma:

✔️BIBLIOTECA: riaffermare il suo nevralgico valore di servizio per la comunità, con l’inserimento del progetto “biblioteca a domicilio” per agevolare e consentire l’accesso alla cultura a quante più persone possibile. ✔️ASSEGNAZIONE BORSE DI STUDIO: miglioramento bando per l’assegnazione di borse di studio al merito scolastico, inserendo nella commissione di valutazione anche rappresentanti delle scuole. ✔️FESTIVAL DELLA MUSICA: promuovere e celebrare la musica, forma d’arte di pari dignità di letteratura e filosofia, che è da sempre lo specchio della società e della cultura, perché espressione più alta dei migliori sentimenti. ✔️CONVEGNI/ MEETING RICORRENTI: programmazione e calendarizzazione di incontri ricorrenti in cui discutere tematiche di attualità e di interesse socio-culturale per stimolare il dibattito e lo scambio di idee.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto Rossi

    Demagogia.