Commenta

Pestato al distributore, ma
la rapina non riesce: l'incasso si
salva perché è nella borsa del pranzo

Il titolare è riuscito a divincolarsi e a chiedere aiuto a un automobilista di passaggio. Quando questo si è fermato, i malviventi sono fuggiti via nei campi vicini al distributore, intuendo che a quel punto i Carabinieri erano stati avvisati.

BELFORTE (GAZZUOLO) Paura nel tardo pomeriggio di martedì in un distribuzione di benzina di Belforte, frazione di Gazzuolo, attorno all’orario di chiusura, quando l’incasso è più alto. Tre uomini, infatti, con il volto coperto, si sono presentati alle spalle del titolare della pompa di benzina Keropetrol, sito sulla strada provinciale della frazione di Gazzuolo, e hanno intimato all’uomo di consegnare l’incasso della giornata che si trovava in una borsina di plastica, assieme al pranzo di mezzogiorno.

L’uomo è stato colpito alla testa con il calcio della pistola, per fortuna senza riportate contusioni troppo gravi, pur perdendo sangue dal volto, anche a causa del successivo pestaggio. Il titolare è riuscito a divincolarsi e a chiedere aiuto a un automobilista di passaggio. Quando questo si è fermato, i malviventi sono fuggiti via nei campi vicini al distributore, intuendo che a quel punto i Carabinieri erano stati avvisati. Gli stessi avevano strappato la borsina di plastica con all’interno il pasto di mezzogiorno del titolare del distributore ma l’hanno gettata via, non accorgendosi che dentro vi era in effetti quello che cercavano, l’incasso dell’intera giornata. Rapinatori violenti e maldestri, insomma. Il titolare soccorso dalla Croce Verde è finito all’ospedale Carlo Poma di Mantova, in pronto soccorso, in codice verde.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti