Commenta

Il Consorzio Navarolo
nella guerra alla nutria: 340
gabbie pronte da distribuire

Le gabbie che a breve verranno acquistate dal Consorzio verranno consegnate ad ogni amministrazione comunale rientrante nel comprensorio consortile, sotto forma di comodato gratuito, in numero proporzionale all’estensione della rete di canalizzazione.

CASALMAGGIORE – Un comunicato da parte del Consorzio di Bonifica Navarolo che mette in chiaro la questione della lotta alla nutria. “Come noto la specie alloctona della nutria, ormai diffusa capillarmente nelle nostre zone, è fonte di notevoli danni alla rete delle canalizzazioni di bonifica ed irrigua sia del reticolo consortile che del reticolo minore comunale nonché privato, e dunque conseguentemente a tutto il territorio ricadente nel comprensorio consortile che racchiude in sé 25 comuni, di cui 13 in provincia di Cremona e 12 in provincia di Mantova. Le attività di ripristino dei danni provocati da questa specie si ripercuotono ovviamente sui costi del Consorzio e pertanto dei contribuenti”.

“Più volte da parte di varie istituzioni – si legge – è stato richiesto al Consorzio di Bonifica Navarolo quale gestore istituzionale della rete di bonifica ed irrigua, un impegno concreto su questo versante. Proprio per questi motivi il Consiglio di Amministrazione del Consorzio, con recente delibera assunta il 31 gennaio, ha inteso contribuire alla lotta alla nutria stanziando una importante cifra per l’acquisto di gabbie specifiche finalizzate alla cattura degli esemplari. Le gabbie che a breve verranno acquistate dal Consorzio verranno consegnate ad ogni amministrazione comunale rientrante nel comprensorio consortile, sotto forma di comodato gratuito, in numero proporzionale all’estensione della rete di canalizzazione sul territorio di ogni comune. Il totale delle gabbie ammonta a circa 340. Si rammenta che medesima iniziativa era stata attuata nel corso del 2016 per eguale numero di gabbie. L’utilizzo delle gabbie rimarrà a discrezione del comune comodatario, che le gestirà secondo i propri regolamenti o secondo le prassi ritenute più opportune (distribuzione ad incaricati, agricoltori, associazioni venatorie, ecc.). Il CdA del Consorzio di Bonifica Navarolo, nell’ottica della fattiva collaborazione con gli enti locali del territorio, si augura che l’iniziativa risulti apprezzata nella sua concretezza”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti