Commenta

Viadana torna patria del rugby:
spettacolo e mete per i 3.300
spettatori dello Zaffanella

Qualcuno ha anche commentato che “lo stadio di Viadana è migliore di quello di Parma”: e se il commento arriva da un tifoso di stanza nel Ducato, c’è da crederci per davvero. Ma non servirebbe a nulla tirare in ballo il campanile...
Nella foto dalla pagina web delle Zebre la splendida cornice dello Zaffanella e una touche

VIADANA – Un grande spettacolo di rugby dove a vincere è stata prima di tutto Viadana: sabato l’evento ovale dello Stadio Zaffanella ha tenuto gli spettatori incollati agli spalti per tutta la giornata. Sin dal mattino, quando è andata in scena una gara di rugby femminile (alle 10.30) con l’incontro di area tra comitati Under 14 e Under 16, per aprire le porte al match di cartello e più atteso della giornata, ossia la sfida di Guinness Pro 14 tra Le Zebre, franchigia federale con sede a Parma, e i campioni del Leinster (Irlanda).

Così l’ex Celtic League è tornata a casa, a Viadana, prima compagine che – sotto il nome di Aironi – ospitò questa competizione in Italia assieme al Benetton Treviso. Il commento di Gianni Fava, presidente dell’Associazione Rugby Viadana 1970, è stato entusiastico: “Doveva essere festa ed è stata una grande festa di sport. Grazie ai tantissimi presenti oggi a Viadana. Abbiamo lavorato duramente in queste settimane per prepararci al meglio. Hanno lavorato in tanti: tanti volontari e appassionati che da sempre sono la grande forza di Viadana. E’ stato impegnativo ma sono sicuro ne sia valsa la pena. Vale sempre la pena impegnarsi quando c’è di mezzo il rugby. A prescindere dai risultati tutto questo continua comunque a darci soddisfazioni. Viva il Rugby. Viva il grande rugby! Viva le Zebre e il Viadana finalmente sullo stesso campo. In riva al Po e non per caso”.

Una immagine evocativa: il pallone ufficiale del Guinness Pro 14 davanti al ponte sul Po di Viadana

I 3.300 spettatori dello Zaffanella sono stati ringraziati anche dal profilo pubblico de Le Zebre e hanno peraltro assistito ad un match (iniziato alle 15.30) molto ben giocato e ricco di mete. Leinster ha vinto da pronostico, ma ha dovuto sudare, incassando anche quattro mete dalla franchigia federale. Qualcuno ha anche commentato che “lo stadio di Viadana è migliore di quello di Parma”: e se il commento arriva da un tifoso di stanza nel Ducato, c’è da crederci per davvero. Ma non servirebbe a nulla tirare in ballo il campanile quando si parla di un evento che ha unito due comunità.

Passiamo allora a cronaca e tabellino del big match, dal sito de Le Zebre:
Guinness PRO14 2018/2019, Round 15
Zebre Rugby Club Vs Leinster 24-40 (p.t. 19-21)
Marcatori: 7’ Deegan tr R. Byrne (0-7), 13’ O’Loughlin tr R. Byrne (0-14), 21’ R. Byrne tr R. Byrne (0-21), 31’ Brummer tr Canna (7-21), 33’ Elliott tr Canna (14-21), 37’ Di Giulio (19-21); s.t. 54’ Fardy tr Byrne (19-28), 59’ Boni (24-28), 75’ Obrien (24-33), 79’ Deegan tr Byrne (24-40)
Zebre Rugby Club: Brummer, Di Giulio, Bisegni (6’ Balekana, 18’ Bisegni), Boni, Elliott, Canna, Renton, Licata, Tuivaiti, Mbandà, Biagi (cap.) (59’ Tauyavuca), Ortis (78’ Brown), Zilocchi (6’ Chistolini, 13’ Zilocchi, 29’ Chistolini), Fabiani (59’ Luus), Rimpelli (59’ Fischetti); All. Bradley
Leinster: Kearney D., Byrne A., O’Loughlin, O’Brien C., Daly, Byrne R. (60’ Reid, 68’ R. Byrne), Gibson-Park (77’ O’Sullivan), Doris, Deegan, Murphy (61’ M. Kearney), Fardy (cap.), Molony, Porter (50’ Bent), Tracy (50’ B. Byrne), McGrath (50’ Dooley); All. Cullen
Arbitro: Ian Davies (Welsh Rugby Union). Assistenti: Jason Morris (Welsh Rugby Union), Marius Mitrea (Federazione Italiana Rugby). TMO: Stefano Penné (Federazione Italiana Rugby)
Calciatori: Ross Byrne (Leinster) 5/6; Carlo Canna (Zebre Rugby) 2/5
Cartellini: 22’ Tuivati (giallo)
Man of the match: Jamison Gibson-Park (Leinster)
Punti in classifica: Leinster 5, Zebre Rugby 1
Note: Cielo sereno. Temperatura 12°. Terreno in ottime condizioni. Spettatori 3300.

Nella foto dal sito delle Zebre un momento del match dello Zaffanella contro il Leinster

Cronaca – Terzo appuntamento celtico lontano dal prato del Lanfranchi per le Zebre Rugby, già ospiti nel 2013 a Reggio Emilia e nel 2018 a L’Aquila. Teatro del 15° turno di Guinness PRO14 è lo Stadio Zaffanella, casa del Rugby Viadana 1970 e nuovamente sede del torneo, a sette anni di distanza dall’ultima gara casalinga disputata nella città mantovana dagli Aironi Rugby. Avversari di Biagi e compagni quest’oggi sono stati gli irlandesi del Leinster, campioni in carica del torneo e della Champions Cup. Il primo tempo ci consegna una partita a due facce, con il Leinster padrone dei primi 20’ e in meta in tre occasioni: con Deegan al 7’, O’Loughlin al 13’ e Ross Byrne al 21’, tutte e tre trasformate dal numero 10 in maglia azzurra. Al 24’ il punteggio è impietoso per i padroni di casa, sotto 21 a 0 e in balia degli irlandesi. Negli ultimi 15’ della prima frazione di gioco è tutta un’altra musica e sono le Zebre a varcare la linea di meta in altrettante occasioni, tutte di diversa fattura: Brummer da una ripartenza da mischia chiusa, Elliott dopo un intercetto e Di Giulio al termine di una combinazione dei trequarti. Canna centra i pali solamente in due tentativi su tre, sfiorando anche il drop del possibile sorpasso a tempo scaduto. Nella ripresa partono forti le Zebre, ma lo sforzo di Biagi e compagni non viene ripagato, complice la troppa foga in attacco. Ne approfittano gli irlandesi che intorno al 50’ tornano padroni del gioco e vanno in meta al 54’ col capitano Fardy. I padroni di casa rispondono cinque minuti dopo con Boni, ma il finale è tutto del Leinster che a pochi minuti dal fischio finale mettono la parola fine alla partita con la doppia marcatura siglata da Gibson-Park e Deegan.

La seconda gara, andata in scena alle 18, era invece valida per il Top 12 italiano e la situazione di euforia e spettacolo ha spinto anche il Rugby Viadana, che ha conquistato la propria gara contro il Rugby Mogliano, una sfida non semplice e vinta al fotofinish per un errore degli avversari che poteva valere il pareggio. Nel primo tempo sono i ragazzi di coach Frati a fare la partita, tre mete nei primi 30 minuti: doppietta di Corcoran e Ruffolo, mentre il Mogliano, con Jackman, mette a segno un calcio di punizione. Nel secondo tempo arriva la reazione dei veneti con la meta di Mengotti e con una meta tecnica al 75′. Ormson allunga con un piazzato e centra i pali per il 24-17 a pochi minuti dalla fine. L’ultima azione della partita però, è per il Mogliano che grazie a Cincotto va 24 a 22. Jackman prova la trasformazione ma non centra i pali e il Rugby Viadana 1970 vince 24 a 22. Coach Filippo Frati commenta così il match: “Prendiamo questi 4 punti importantissimi per la classifica e per il morale della squadra soprattutto per come sono arrivati, dopo un secondo tempo molto sofferto. Ora abbiamo la pausa e poi testa a Reggio”. Il pubblico, pur senza i numeri del primo match, è comunque rimasto in buon numero, spingendo Viadana verso il successo.

Nella foto di Roberto Telloni un momento del match tra Viadana e Mogliano

Di seguito il tabellino:
TOP12, XV giornata
Rugby Viadana 1970 v Mogliano Rugby 1969 24-22 (21-3)
Marcatori: p.t. 7′ m. Corcoran tr. Ormson (7-0); 22’ cp. Jackman (7-3); 24’ m. Ruffolo tr. Ormson (14-3); 27’ m. Corcoran tr. Ormson (21-3); s.t. 45’ m. Mengotti tr. Jackman (21-10); 70’ m. tecnica (21-17); 75’ cp. Ormson (24-17); 79’ m. Cincotto (24-22)
Rugby Viadana 1970: Apperley; Spinelli, Menon, Ormson (C); Corcoran; Di Marco (60’ Pavan), Gregorio; Tupou; Ferrarini (25’ Moreschi), Ruffolo; Guillemain (55’ Chiappini), Devodier (75’ Gelati); Garfagnoli (70’ Novindi), Silva, Denti Ant. (70’ Breglia). All. Frati/Sciamanna
Mogliano Rugby1969: Da Re; D’Anna, Pavan, Zanatta, Guarducci; Jackman, Fabi (56’ Gubana); Bocchi; Corazzi (C), Mengotti; Baldino, Caila; Michelini (56’ Cincotto), Ferraro, Di Roberto. All. Cavinato
Arb. Vedovelli (Sondrio). AA1 Angelucci (Livorno), AA2 Russo (Milano). Quarto Uomo: Battini (Bologna)
Cartellini: 34’ Caila (Mogliano Rugby 1969) giallo
Calciatori: Ormson (Rugby Viadana 1970) 4/4, Jackman (Mogliano Rugby 1969) 3/4
Note: circa 1500 spettatori
Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 1970 4, Mogliano Rugby 1969 1
Man of the Match: Edoardo Ruffolo (Rugby Viadana 1970)

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti