Commenta

Vladimir e Vovka Ashkenazy,
di padre in figlio la grande musica
passerà al Teatro Comunale

Prima data del tour italiano, il concerto vedrà due pianoforti, quello di Vladimir Ashkenazy, padre, e quello di Vovka Ashkenazy figlio, dare vita ad un dialogo sonoro di grande suggestione fra uno dei più grandi pianisti di tutti i tempi.

CASALMAGGIORE – Un appuntamento imperdibile, che vede per la prima volta la collaborazione fra Villa Medici del Vascello di San Giovanni in Croce e il Teatro Comunale di Casalmaggiore, è quello che si svolgerà giovedì 18 aprile alle ore 20.30 al Teatro Comunale con il concerto di Vladimir Ashkenazy&Vovka Ashkenazy, promosso da Comune di Casalmaggiore e Comune di San Giovanni in Croce, Teatro Comunale di Casalmaggiore, Villa Medici del Vascello, Pierluigi Abbondanza e inserito nelle iniziative di Stupor mundi 2019.

Prima data del tour italiano, il concerto vedrà due pianoforti, quello di Vladimir Ashkenazy, padre, e quello di Vovka Ashkenazy figlio, dare vita ad un dialogo sonoro di grande suggestione fra uno dei più grandi pianisti di tutti i tempi, alla sua ultima tournèe, e il figlio, interprete di caratura internazionale. Un programma eccezionale, un’alternanza di impeto ed eleganza, tra Schubert, Brahms, Ravel, Rachmaninoff.

Vladimir Ashkenazy è uno dei più grandi pianisti e direttori d’orchestra viventi, spesso citato per il suo concepire la musica come qualcosa di inseparabile dalla sua vita. Interprete lucido e dall’impeccabile tecnica virtuosistica al pianoforte, è rinomato per le sue performance di composizioni romantiche e russe. Ha registrato su vinile e su cd numerosi capolavori, fra cui si ricordano i 24 preludi e fughe di Dmitrij Šostakovič, le sonate di Aleksandr Skrjabin, gli interi lavori per pianoforte di Fryderyk Chopin e Robert Schumann, tutte le sonate di Ludwig van Beethoven, come i concerti per pianoforte di Wolfgang Amadeus Mozart, Ludwig van Beethoven, Béla Bartók, Sergej Prokof’ev e Sergej Rachmaninov. Come direttore d’orchestra, sono state molto apprezzate le sue registrazioni di lavori di Jean Sibelius, Sergej Rachmaninov, Sergej Prokof’ev, Dmitrij Šostakovič e di Aleksandr Skrjabin.

Di nazionalità russa, poi naturalizzato islandese, oggi è cittadino islandese e svizzero e dal 1978 abita in Svizzera. Ha dedicato la prima parte della sua vita di musicista al pianoforte, terminando i suoi studi alla scuola centrale di Musica e al Conservatorio di Mosca. Dopo il successo sia come vincitore del secondo premio Chopin a Varsavia nel 1955 e dei primi posti ottenuti al premio Regina Elisabetta a Bruxelles nel 1956 e al premio Tchaikowsky a Mosca nel 1962, trascorre circa trent’anni esibendosi nelle più importanti sale da concerto di tutto il mondo. Negli ultimi vent’anni si è dedicato principalmente alla direzione d’orchestra collaborando stabilmente con Czech Philharmonic, NHK Tokyo Symphony, Sydney Symphony e mantenendo continuativi rapporti con Philharmonia Orchestra, Cleveland Orchestra, Royal Philharmonic e Deutsches Symphonie-Orchester Berlin oltre al ruolo di Direttore Ospite alla guida delle orchestre di maggior prestigio al mondo.

Dal 2000 al 2015 è stato Direttore Musicale della European Union Youth Orchestra e dal 2009 al 2013 della Sydney Symphony Orchestra. Il suo repertorio è vastissimo e spazia da Bach, del quale ha inciso le “Suite Francesi” nel 2017 a Bartók e le sue registrazioni, numerosissime e tutte per Decca, hanno vinto spesso premi quali il Grammy Award con i “Concerti” di Beethoven con la Chicago Symphony Orchestra diretta da Sir Georg Solti, le “Sonate per violino e pianoforte” di Beethoven con Itzhak Perlman, un programma dedicato a Ravel e i “Preludi e Fughe” di Shostakovich.

Nel 2017, per gli ottant’anni del musicista, Decca ha edito due “summae”: un box di 46 CD con tutti i concerti per pianoforte da Beethoven a Rachmaninov, da Mozart a Prokofiev, da Brahms a Bartók e un altro con 56 CD, una “selezione personale” di incisioni (sulle 150 realizzate) per pianoforte solo e musica da camera con particolare riferimento a Chopin, Rachmaninov, Ravel, Prokofiev.

Vovka Ashkenazy, nato a Mosca nel 1961, primogenito di Vladimir, ha cominciato lo studio del pianoforte all’età di sei anni sotto la guida di Rögnvaldur Sigurjónsson a Reykjavík, dove la famiglia allora risiedeva e lo ha proseguito al Royal Northern College of Music. Occasionalmente ha avuto la fortuna di beneficiare di lezioni private con Leon Fleisher, Peter Frankl e, naturalmente, il proprio padre. Ha debuttato nel 1° Concerto per pianoforte e orchestra di Čajkovskij con la London Symphony Orchestra, sotto la direzione di Richard Hickox al Barbican Centre di Londra. Da allora la sua carriera l’ha portato in giro per il mondo con opportunità di esibirsi in prestigiosi teatri in Europa, Australia, Nuova Zelanda, Giappone e America. Ha partecipato a numerosi festival internazionali come il Marlboro Festival in Vermont e il Festival dei Due Mondi di Spoleto ed è ospite di tutte le maggiori orchestre inglesi, oltre che della Los Angeles Philharmonic Orchestra, Australian Chamber Orchestra, e dell’Orchestra Sinfonica di Berlino.

É molto attivo nella musica da camera: registra un cd di musica italiana con suo fratello, il clarinettista Dimitri Ashkenazy ed insieme effettuano tournées in Giappone negli anni 1997, 2000 e 2002. Dal 2001 inizia una stretta collaborazione con Vassilis Tsabropoulos, il più virtuoso dei pianisti greci. Parallelamente alla sua attività concertistica, si dedica con successo all’insegnamento. È docente presso l’Accademia Pianistica di Imola “Incontri col Maestro,” è, per la formazione “post-graduate”, presso il Conservatorio della Svizzera italiana. Nel 2012 diventa Direttore Artistico del Concorso pianistico Rina Sala Gallo di Monza. Attraverso la sua attività concertistica, contribuisce a diverse iniziative caritatevoli, come ad esempio “Action for Children” e “Cystic Fibrosis Trust” in Inghilterra, Telethon in Svizzera e “Bridges Peace Foundation” in Cambogia e nelle Filippine. Nel 2010 è stato nominato “Honorary Artistic Advisor” presso la Guangzhou Opera House.

Informazioni
Biglietti: Posto unico 20,00 Euro.
Informazioni e prenotazioni: tel. 0375 284496 – e-mail: csc@comune.casalmaggiore.cr.it
Prenotazione biglietti online: www.vivaticket.it 

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti