Commenta

Cata l'Oeuv, una Pasquetta
diversa e una caccia al tesoro
particolare a Quattrocase

Una vera e propria caccia al tesoro, anzi all’uovo, che inizierà lunedì 22 aprile alle 9.30. A organizzare l’associazione Quattrocase è viva, in collaborazione con la Città dei Bambini e Il Punto di Rosetta Vicini.

QUATTROCASE – Sarà una Pasquetta molto particolare a Quattrocase, frazione di Casalmaggiore, con l’evento “Cata l’Oeuv” (trova l’uovo), una vera e propria caccia al tesoro, anzi all’uovo, che inizierà lunedì 22 aprile alle 9.30. A organizzare è l’associazione Quattrocase è viva, in collaborazione con la Città dei Bambini e Il Punto di Rosetta Vicini. Le uova verranno cotte, colorate e nascoste nel giorno di Pasqua, poi andranno cercate per il paese nel giorno di Pasquetta, quando inizierà il vero e proprio gioco. “Perché partecipare a un fuori porta del genere? E’ semplice – spiegano gli organizzatori – perché le uova sono spesso al centro dei nostri pensieri, soprattutto quando le vogliamo rompere nel paniere degli altri o quando abbiamo bisogno di sfogare le nostre frustrazioni: possiamo strapazzarle, sbatterle, senza che abbiano a lamentarsi”.

“Può montare la rabbia – scrivono gli organizzatori – ma volete mettere a montare le uova? Si possono dividere e se unite valgono tanto, divise ancora di più: col tuorlo, più o meno giallo, pasta fresca, creme, cremine e con l’albume: meringhe, torte e ogni altra leccornia: che altra cosa c’è al mondo che si può montare a neve? Uova di struzzo, di gallina, di quaglia: grosse, medie o piccole per ogni gusto; all’occhio di bue in, camicia, in carrozza, ripiene, marinate, fresche, alla coque, al tegamino con burro o con olio, in cocotte, al forno, a bagno maria. Se con le uova fai una frittata sei giustificato, prova a farla senza uova? Anche se sei bravo a rigirarla; attento a camminare sulle uova, soprattutto se sei pieno come un uovo: potrebbe non salvarsene alcuna!”.

“Molti fan la guerra per un uovo e lascian scappare la gallina – prosegue la spiegazione – che non è come dire che è meglio un uovo oggi che una gallina domani anche se sappiamo che la gallina che canta ha fatto l’uovo. Far la barba ad un uovo non è come cercare un pelo nell’uovo anche per chi crede che le sue uova hanno due tuorli e che a casa sua anche i gatti fanno le uova. Insomma ci sono uova al cioccolato, al latte o fondente, con più o meno la sorpresa. Noi cerchiamo solo uova cotte, anche se colorate, da mangiare insieme e da gustare con un buon bicchiere di vino pensando a tutto quanto l’uovo può significare”. Per prenotazioni 347-6425051.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti