Ultim'ora
Commenta

Canneto, venerdì 3 maggio
Ficicchia presenta la sua
lista al grido: "Si cambia"

"E’ tempo di ridare credibilità al nostro paese e fiducia alla nostra comunità – spiega Nicolò Ficicchia - . Non vogliamo restare schiavi del passato e di un dannoso isolamento ma ripartire per riportare Canneto al centro del sistema".
Nella foto Nicolò Ficicchia

CANNETO SULL’OGLIO – E’ ufficialmente partita la corsa della lista “Moderati per Canneto” per le prossime elezioni amministrative.  Accompagnata dal motto “Si cambia”, è stata infatti svelata la squadra che sarà guidata dal candidato sindaco Nicolò Ficicchia, giovane professore di lettere ma con esperienza alle spalle.

Con Ficicchia, già consigliere comunale di minoranza durante il mandato Zecchina, si candidano a consiglieri: Alessandro Pancera, Stefano Spitti, Carlo Acerbi, Luca Novellini, Francesca Mozzanica, Michele Visini, Marzia Deantoni, Mirko Vagliani, Nicola De Domizio, Antonella Boco, Stefano Alberini e Cristiano Barisani. “E’ tempo di ridare credibilità al nostro paese e fiducia alla nostra comunità – spiega Nicolò Ficicchia – . Non vogliamo restare schiavi del passato e di un dannoso isolamento ma ripartire per riportare Canneto al centro del sistema, rivolgendo il nostro sguardo al futuro e pianificando strategie di sviluppo sociale – economico – culturale. Con l’orgoglio di essere cannetesi! Invitiamo tutti venerdì 3 maggio, alle ore 21 in Sala Civica alla presentazione del nostro programma e di tutti i candidati della lista Moderati per Canneto. La nostra lista civica non è di rappresentanza, non è contro qualcuno. E’ nuova, giovane ed entusiasta, ma anche esperta e competente”.

“Il programma che presenteremo venerdì sera – aggiunge Ficicchia – guarda con buon senso ed idee al futuro e vuole anche dare risposte a problemi che fin qui sono stati totalmente ignorati. Infatti le questioni per le quali ciascuno di noi sente l’impellenza di una risoluzione, negli ultimi cinque anni non sono nemmeno state discusse. Abbiamo festeggiato 800 anni della nostra comunità eppure non siamo mai stati così istituzionalmente isolati. Dobbiamo ridare credibilità a Canneto a livello locale e sovralocale. Ecco perché, per uscire da questa situazione, dobbiamo avere il coraggio di andare oltre, il coraggio di cambiare”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti