Commenta

Marcaria, Bozzolo, San
Martino e Gazzuolo, primi passi
verso i 'Comuni amici delle api'

Ai Comuni che vorranno aderire al progetto si chiede l’assunzione di alcune responsabilità e di una serie di impegni concreti per sostenere lo sviluppo dell’apicoltura nei propri territori

MARCARIA – Sabato 4 maggio presso la sala Consiliare del Comune di Marcaria si è tenuta la seconda tavola rotonda per l’ambiente. I Comuni e le associazioni presenti: Comune di Marcaria (MN) – Sindaco Carlo Alberto Malatesta, Comune di San Martino dall’Argine (MN), con il Sindaco Alessio Renoldi, Luigi Gelati in rappresentanza del Comune di Curtatone (MN), Andrea Minari in rappresentanza del Comune di Gazzuolo (MN) ed il sindaco Giuseppe Torchio del Comune di Bozzolo (Mn).
 Per le Associazioni, Giubbe verdi san martino dall’Argine, Chiara Gardinazzi in rappresentanza dell’Ass. Apicoltori mantovani e Paolo Refolo presidente del Comitato Mantova Acqua, Ambiente, Territorio e Legalità.

Le Giubbe Verdi di San Martino dall’Argine, affiancate dall’Associazione apicoltori mantovani (Ex presidente Chiara Gardinazzi) hanno presentato ai Comuni il progetto “Comune amico delle Api”. L’iniziativa nata nell’ambito della Campagna internazionale ”Mediterranean CooBEEration” : una rete per l’apicoltura, la sicurezza alimentare e la biodiverstià “, finanziato dall’Unione Europa.

Durante la presentazione del progetto, c’è stato un collegamento via Skype con l’Arch. Umberto Bonetti, Assessore urbanistica pianificazione ed Ambiente del Comune di Bevagna (PG) e vicepresidente di Felcos (Fondo di Enti locali per la Cooperazione decentrata e lo Sviluppo umano sostenibile). L’Architetto Bonetti ha portato la testimonianza di uno dei primi Comuni che hanno aderito al progetto “Comune amico delle Api” e che insieme ai cittadini e alle aziende agricole locali, hanno realizzato un progetto per promuovere e valorizzare l’apicoltura locale chiamato “le colline del miele”.

“Si sta creando una rete, un gruppo di Comuni Virtuosi, che hanno a cuore l’ambiente e la tutela e la promozione del territorio” dice Emanuela Bottoni, Presidente delle Giubbe verdi di San Martino dall’Argine. “Questo è stato il secondo incontro e con piacere abbiamo ritrovato i Comuni che hanno partecipato alla prima conferenza di gennaio, più il Comune di Gazzuolo. Si sta creando un bel gruppo, con belle idee e progetti utili per le Comunità.”

Il progetto Amico delle Api vuole favorire la presa di coscienza sul ruolo delle api e dell’apicoltura per la salvaguardia della biodiversità e della sicurezza alimentare, e come opportunità di sviluppo economico sostenibile del territorio; Le api dovrebbero essere viste come patrimonio comune e Globale.

Ai Comuni che vorranno aderire al progetto si chiede l’assunzione di alcune responsabilità e di una serie di impegni concreti per sostenere lo sviluppo dell’apicoltura nei propri territori; impegni che sono stati elencati e presentati durante il convegno di sabato.

“Tra i Comuni Virtuosi, presenti al convegno, abbiamo percepito un certo interesse nel progetto e sappiamo che per raggiungere il risultato si dovrà partire per piccoli passi, coinvolgendo anche la cittadinanza. Infatti, anche i cittadini hanno un ruolo molto importante e la loro sensibilità, sempre più crescente verso l’ambiente, potrà essere raccolta per creare e costruire al meglio il progetto “Comune amico delle Api”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti