Commenta

EasyPark e colonnine per
auto elettriche, Casalmaggiore
guarda al futuro

Il sistema consentirà anche un risparmio perché tramite l'App si pagherà giusto il tempo di permanenza e senza perdere denaro. Naturalmente, per i meno avvezzi alle tecnologie, sarà comunque possibile continuare a pagare cl metodo tradizionale

CASALMAGGIORE – Smart City. Si definiscono così le città in cui – tra le altre cose – le tecnologie intervengono nella quotidianità delle persone per facilitarne la vita. E sono due le innovazioni annunciate ieri mattina dal sindaco Filippo Bongiovanni.

EasyPark – Il sistema dovrebbe entrare in funzione nei prossimi mesi. E’ la modalità già in funzione in diverse città italiane, che consente, tramite un App gratuita, di pagare la sosta tramite carta di credito o cellulare, rintracciare parcheggi liberi e prolungare la sosta senza la necessità di dover tornare a fare il biglietto. Dalla centrale operativa della Polizia municipale poi e tramite un programma, gli stessi vigili avranno il controllo sui parcheggi. Il sistema consentirà anche un risparmio perché tramite l’App si pagherà giusto il tempo di permanenza e senza perdere denaro. Naturalmente, per i meno avvezzi alle tecnologie, sarà comunque possibile continuare a pagare col metodo tradizionale. Peraltro non vi sarà necessità di cambiare le colonnine attualmente ubicate in tutti i siti con le strisce blu: quelle che ci sono sono già predisposte per il sistema automatizzato. Ale colonne in funzione verranno applicati adesivi del nuovo sistema. In queste settimane verrann edotti gli uomini della municipale sul nuovo sistema che poi sarà pronto a partire.

Ricariche elettriche – Anche a Casalmalmaggiore sarà possibile ricaricare le auto elettriche, grazie ad un accordo con ekomobil. Le colonnine (due) saranno piazzate in area Baslenga, nella stradina che porta alla Casa dell’Acqua di Padania Acque che in questi giorni sta chiudendo la pratica per l’installazione direttamente con la ditta. Quello di Padania Acque sarà un progetto pilota. Una sorta di ‘area ecologica’ dove ci si potrà approvvigionare dell’acqua senza ulteriore utilizzo di plastiche e dove sarà possibile ricaricare le auto elettriche.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti