Commenta

Warriors Viadana sconfitti
in semifinale da Venezia:
ora caccia al terzo posto

Per i Warriors, caduti con l’onore delle armi contro una super corazzta, possibilità, contro la perdente della sfida Padova vs Monza, di giocarsi un prestigioso terzo posto in campionato.

LIGNANO SABBIADORO (UDINE) – Già dalla vigilia si sapeva, sarebbe servita un’impresa ai Macron Warriors Viadana per battere Venezia. I mantovani lottano con tutte le loro forze ma cedono, pagando a carissimo prezzo qualche disattenzione di troppo.

Coach Galasso opta per uno “starting five” composto da Pietro Giliberti fra i pali, Fabio Merlino, Luca Mercuri, Giovanni Camponesco e Giorgio Cappellazzo.
Primo quarto da incubo per i Warriors che, dopo aver patito la difesa aggressiva dei Campioni d’Italia in carica e creato di conseguenza pochissimo in attacco, vengono colpiti dalle reti di Jon (2’22 dalla prima sirena) ed a 58’’ dalla fine del primo quarto con Granzotto.

L’ingresso in campo di Marella irrobustisce la manovra dei mantovani che vanni vicini alla rete, a 5’50 dalla fine del primo tempo, con un bel tiro sfortunatamente terminato sul palo da parte di Cappellazzo. Anche Camponesco a 4’11 va vicino al gol del 1-2 ma ad opporsi stavolta è l’estremo difensore lagunare Lanzano. Le occasioni sprecate innervosiscono i mantovani al punto da creare, a 1’31’’ dalla pausa lunga, una voragine difensiva nella quale il bel triangolo fra Jon e Salvo, concluso in porta da quest’ultimo, vale il 3-0 che conclude i primi 20’ di gioco.

Nella ripresa i Warriors fanno la partita ma non riescono a sfondare: Camponesco cerca a più riprese la via della porta ma ancora una volta è l’estremo difensore di Venezia a rendersi protagonista con un salvataggio sulla linea al 5°. Da una sanguinosa palla persa, al 6° minuto nasce il gol dello 0-4: Salvo rifinisce e per Granzotto, una volta superato anche Giliberti, è facile appoggiare nella porta sguarnita.

Un rigore trasformato da Camponesco dopo soli 30’’ da la carica ai Warriors per affrontare gli ultimi nove giri di lancette. Una clamorosa parata del solito Lanzano nega ai manotvani la possibilità di riaprire la gara dopo appena 20’’ dal primo gol segnato. Il neo entrato Mirko Ferarri fra i pali nega il quinto gol a Venezia, respingendo una conclusione da distanza ravvicinata di Granzotto. I Warriors premono, trovano due conclusioni ben costruito ma finiscono ancora per sbattere, con Camponesco e Cappellazzo, contro un Jinea ad un minuto dal termine della contesa.

Per i Warriors, caduti con l’onore delle armi contro una super corazzta, possibilità, contro la perdente della sfida Padova vs Monza, di giocarsi un prestigioso terzo posto in campionato.

TABELLINO
Macron Warriors Viadana vs Black Lions Venezia 1-5 (0-2; 0-1; 1-1) 
Viadana: Ferrari, Giliberti, Merlino, Mercuri, Campnesco 1, Cappellazzo, Boccazzi, Marella, Masi. All. Galasso-Basile
Venezia: Salvo 1, Zahirovic, Sauro, Granzotto 2, Jinea 2, Cibin, Lanzano, Di Ruzza, Damian, Pagano, Franzò, Giuge.
Note: Cartellini Verdi: Marella (Viadana)
Spettatori: 200

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti