Commenta

Po Grande diventa Mab Unesco,
la soddisfazione dei comuni
di Casalmaggiore e Viadana

Tale traguardo è stato possibile grazie ad un intenso lavoro di squadra, dove Comuni, Regioni, Province, Legambiente, Università di Parma e altri enti, hanno fatto rete e collaborato per più di tre anni con tavoli, studi e dossier.

CASALMAGGIORE/VIADANA – Come è noto il tratto di fiume Po tra Piacenza e Rovigo ha ottenuto il riconoscimento di Riserva Biosfera MaB UNESCO, con il nome di “Po Grande”. MaB è acronimo inglese di “Uomo e Biodiversitá” (Man and Biodiversity), che fa riferimento a quegli ecosistemi in cui l’attività dell’uomo è riuscita ad integrarsi con la biodiversità. Tale traguardo è stato possibile grazie ad un intenso lavoro di squadra, dove Comuni, Regioni, Province, Legambiente, Università di Parma e altri enti, hanno fatto rete e collaborato per più di tre anni con tavoli, studi e dossier.

I commenti soddisfatti arrivano da Casalmaggiore e Viadana, i due comuni più grandi del comprensorio Oglio Po. “Alle riunioni a cui abbiamo partecipato come Comune di Casalmaggiore, grazie soprattutto al vicesindaco Leoni e all’ufficio ambiente di Uber Ferrari – spiega Filippo Bongiovanni, sindaco di Casalmaggiore – abbiamo trovato grande spirito di squadra e voglia di fare. Crediamo in questo progetto perché è una grande opportunità per lavorare insieme agli altri comuni e perché gli obiettivi della Riserva sono in linea con il nostro programma elettorale: turismo slow, sviluppo del settore agro-alimentare, pioppicoltura, sostenibilità ambientale, recupero morfologico del fiume, sicurezza idraulica. Casalmaggiore vanta anche la fortunata peculiarità di avere il centro cittadino proprio a ridosso dell’argine e della golena, una caratteristica quasi unica. Se a questo aggiungiamo lo sport e la cultura, che negli ultimi anni hanno fatto conoscere e vivere a molti turisti Casalmaggiore, non possiamo che dichiararci soddisfatti di questo percorso e pronti a fare la nostra parte nei futuri progetti della Riserva”.

“Dopo un iter di paio d’anni più o meno – spiega invece Alessandro Cavallari, vicesindaco di Viadana – con grande soddisfazione vorremmo farvi partecipi del fatto che anche Viadana é tra i comuni promotori di questa importantissima iniziativa, inserita dunque nei patrimoni Mab Unesco. Un riconoscimento importantissimo che rende il giusto onore alle caratteristiche uniche del nostro bellissimo territorio che si specchia nella sua totale estensione nelle acque del Po, il grande fiume per eccellenza”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti