Commenta

Rapporto sul turismo 2018:
in provincia di Cremona
più di 200mila visitatori

Rispetto al 2017 sono aumentati gli arrivi nelle strutture ricettive (+18% rispetto all'anno precedente) ed i visitatori (arrivi pari ad un +7% e pernottamenti +5%), pari a 221.891 clienti nelle strutture ricettive provinciali, dei quali il 61% sono italiani (136.310) ed il 39% stranieri (85.581)

I visitatori a Cremona e sul territorio crescono sempre di più. L’Ufficio Statistica dell’ente ha reso noto il “Rapporto sul turismo in provincia” per l’Anno 2018. Nel documento vengono presentati i dati raccolti da fonti diverse: strutture ricettive, musei e Infopoint per dare un’immagine il più possibile completa del turismo cremonese.

Tra i dati più rilevanti emersi dal report spiccano l’aumento delle strutture ricettive (+18% rispetto all’anno precedente) ed i visitatori (arrivi pari ad un +7% e pernottamenti +5%). Invariata la permanenza media a 1,7 giorni. Per quanto concerne gli “arrivi” e la provenienza dei turisti, nel 2018 sono giunti 221.891 clienti nelle strutture ricettive provinciali, il 61% dei quali sono italiani (136.310) ed il 39% stranieri (85.581): 13.926 persone in più (+ 7%) rispetto al 2017. Anche i pernottamenti nel 2018 sono complessivamente aumentati del 5%, dovuto soprattutto ai cittadini stranieri (+12%).  I clienti italiani sono cresciuti del 3% (+4.166) e quelli stranieri del 13% (+ 9.760). Sempre in tale contesto, per quanto attiene alla nazionalità, i clienti stranieri provengono per la maggior parte dalla Cina (34.342 persone, il 40%) e, a seguire, dalla Germania (9%) e dalla Francia (8%). E’ doveroso precisare che il 74% dei clienti cinesi registrati a livello provinciale, hanno soggiornato una sola notte in una struttura del casalasco utilizzata come tappa intermedia per viaggi organizzati in Italia o in Europa. Nella città di Cremona nell’anno 2018, gli arrivi sono aumentati complessivamente del 19% ed i pernottamenti del 14%. In particolare, i clienti di nazionalità italiana sono aumentati del 15% e quelli stranieri del 27%. (+5.436 unità e +6.172).

Infine, l’ 89% dei turisti intervistati ha dichiarato che il motivo principale della visita a Cremona è l’”arte, la cultura e i relativi eventi”, seguito da “musica, teatro, spettacolo e relativi eventi” (6%); distinguendo i turisti per nazionalità, si nota una leggera differenza nel motivo della visita: gli stranieri sono più interessati degli italiani, all’ ”arte, cultura e relativi eventi” (92% contro 88%).

Le elaborazioni hanno analizzato la consistenza delle strutture ricettive e i flussi turistici della provincia di Cremona, dei comuni di Cremona, Crema e Casalmaggiore e delle tre aree provinciali, cremonese, cremasco e casalasco, omogenee per caratteristiche economiche e culturali. Queste analisi hanno preso avvio in occasione delle statistiche mensili ISTAT “Consistenza delle strutture ricettive” e “Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi”, che rappresentano la principale fonte di informazione sul turismo interno disponibile in Italia (attualmente questi dati sono da considerarsi provvisori fino alla validazione dell’ISTAT).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti