Commenta

Casalmaggiore: in consiglio
entrano Franchi, Gerevini e Poli
Ruberti presidente del consiglio?

Come noto dovranno rinunciare al ruolo di consiglieri eletti, essendo diventati assessori, Sara Manfredi e Marco Micolo per Casalmaggiore è viva e Sara Valentini per Casalmaggiore al Centro.

CASALMAGGIORE – Sono già tre le novità del consiglio comunale di Casalmaggiore ancora prima di cominciare il nuovo corso. Tre surroghe, per la precisione, che si rendono necessarie nella maggioranza dopo la scelta degli assessori e dunque della giunta da parte del sindaco Filippo Bongiovanni. Venerdì 28 giugno il primo consiglio comunale del secondo mandato di centro-destra formalizzerà il passaggio di consegne: come noto dovranno rinunciare al ruolo di consiglieri eletti, essendo diventati assessori, Sara Manfredi e Marco Micolo per Casalmaggiore è viva e Sara Valentini per Casalmaggiore al Centro.

Per quanto concerne Casalmaggiore è viva subentreranno e diverranno consiglieri Martina Franchi e Marco Gerevini. Per quanto concerne Casalmaggiore al Centro, invece, il posto sarebbe spettato a Teodolinda Baroni in Saccenti, con Vanni Leoni che automaticamente ha rinunciato essendo a sua volta assessore. Anche Baroni ha però passato la mano e così nel consesso, tra le fila di Casalmaggiore al Centro, entrerà Marco Poli, ex assessore al Bilancio.

E il presidente del consiglio? Ad oggi non si sa ancora e Bongiovanni non si sbilancia, ma i rumors conducono a un nome su tutti: Pierfrancesco Ruberti, recordman di preferenze (180) della lista “Casalmaggiore è viva”. Ripetiamo, però: si tratta solo di voci, assolutamente non confermate e che tuttavia ci sentiamo di azzardare, senza – crediamo – mancare di rispetto a nessuno. Ad ogni modo questo tassello, assieme alle altre deleghe (su tutte Sport e Ambiente), andrà al suo posto soltanto venerdì con il consiglio comunale di insediamento, che scioglierà diversi nodi.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti