Commenta

Bozzolo, per gli incontri
con l'autore arriva il
"giallista" Paolo Roversi

Roversi, 44 anni, è nato a Suzzara e vive a Milano, al suo attivo ha decide di romani e saggi. Studioso di Charles Bukowski ha pubblicato la prima biografia italiana scritta con Fernanda Pivano.

BOZZOLO – Sarà il giallista mantovano Paolo Roversi l’ospite della rassegna ‘Autori sotto la loggia’, organizzata annualmente dalla biblioteca comunale di Bozzolo. L’appuntamento è per venerdì 28 giugno dalle 21, sotto al loggiato del palazzo comunale in piazza Europa. Roversi presenterà il suo ultimo libro ‘Addicted’ (Sem edizioni).

Roversi, 44 anni, è nato a Suzzara e vive a Milano, al suo attivo ha decide di romani e saggi. Studioso di Charles Bukowski ha pubblicato la prima biografia italiana scritta con Fernanda Pivano. Giallista, è uno degli esponenti del cosiddetto noir metropolitano, ed ha creato il personaggio seriale del giornalista hacker Enrico Radeschi. Con Addicted, Roversi abbandona il giallo, vira sul genere thriller e pesca nel gioco di specchi dentro il quale sono spalancate e richiuse le porte di una clinica ricavata da una masseria che si trova nel cuore della Puglia. Lì si ritrova un pugno di protagonisti-pazienti all’interno del progetto gestito da una innovativa psichiatra inglese dal nome ridondante che guarisce dalle ossessioni che vanno a braccetto con le dipendenze. Nella masseria approda un campionario di esistenze da raddrizzare. All’inizio tutto pare funzionare. Ma durante e dopo la sospensione dettata da un’ondata di maltempo, che relega gli ospiti entro le mura della masserizia, inizia e si alimenta il mistero, scandito dalla scomparsa delle persone. Informazioni al numero 0376/910837

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti