Commenta

Viadana, Piccinini rivendica
quanto fatto: "Ecco tutte le
opere pubbliche per il Bertolani"

"Quello che può sembrare un elenco di interventi - precisa l'assessore - in realtà rappresenta l’attuazione di un’azione politica amministrativa continua e attenta alle esigenze del mondo sportivo di Viadana".
Nella foto a destra Piccinini

VIADANA – A fare il punto sulla situazione degli impianti sportivi a Viadana, e in particolare sullo stadio “Bertolani” di via al Ponte è l’assessore Massimo Piccinini. “Nel 2015 – spiega l’assessore – all’insediamento dell’Amministrazione comunale del Sindaco Giovanni Cavatorta era giustamente prioritario affrontare il tema del palazzetto dello sport crollato da pochi mesi. Nonostante la rilevanza e la complessità della ricostruzione del palazzetto abbiamo cercato di valutare nel complesso la situazione degli impianti sportivi comunali. Era evidente la necessità di intervenire negli impianti sportivi di Via al Ponte e abbiamo subito coinvolto l’ufficio tecnico affinché affrontasse il problema”.

“Un primo risultato è stato l’intervento di riqualificazione del centro sportivo Bertolani – insiste Piccinini – che venne finanziato con € 225.000,00 da regione Lombardia e € 225.000,00 dal Comune di Viadana. Con questo intervento sono stati ristrutturati gli spogliatoi, realizzata la pista di atletica e il salto in lungo, rifatto l’impianto di illuminazione, i parcheggi esterni e realizzato un campo coperto in sintetico. Nel frattempo l’azione politico amministrativa non si è fermata e sono continuati interventi di miglioramento e adeguamento, come la sistemazione degli impianti elettrici da € 30.000,00 la sistemazione dei marciapiedi interni, riqualificando il passaggio pubblico dell’ esterno, da € 20.000,00, l’acquisto delle protezioni e delle lampade a led nel campo coperto da € 12.000,00”.

“Nel 2019 abbiamo stanziato recentemente dei fondi – spiega Piccinini – e sarà realizzato l’impianto di riscaldamento del campo coperto (€ 18.000,00) e del quale si è provveduto a regolamentare la tariffazione pubblica e privata per l’utilizzo, si confida poi di acquisire le aree che vengono utilizzate da tempo come campi da gioco ancora di proprietà privata. Riteniamo importante segnalare che grazie alla passione e all’impegno dell’associazione Viadana Bike le aree inutilizzate e abbandonate tra il parco urbano e i campi di gioco sono state trasformate in un park bike aperto a tutti, un importante e significativa sinergia tra amministrazione comunale e mondo dello sport che ha dato visibilità a Viadana anche oltre i confini regionali: si pensi al Campionato MTB terre Matildiche”.

“Quello che può sembrare un elenco di interventi – precisa l’assessore – in realtà rappresenta l’attuazione di un’azione politica amministrativa continua e attenta alle esigenze del mondo sportivo di Viadana. Insomma l’area degli impianti sportivi di Via al Ponte per la dimensione e rilevanza che da anni rappresenta per la città di Viadana deve continuare nel suo sviluppo e crescita, con il sogno di trasformarla in un impianto polivalente aperto al pubblico, nella logica dello sport per tutti che costituisce anche lo slogan della giornata dello sport. Sicuramente restano tanti sogni nel cassetto come il potenziamento dell’impianto di illuminazione del campo centrale, il rifacimento degli impianti di illuminazione dei campi di allenamento e l’omologazione del campo di atletica per i quali sono pronti i progetti e continueremo a lavorare per attuarli. Per quanto riguarda l’attuale situazione abbiamo valutato di rinnovare la gestione alle attuali società fino al 30 giugno 2020 sia per l’impianto di Viadana che per gli impianti di Cicognara Cizzolo e San Matteo, dimostrando una particolare attenzione al mondo dello sport giovanile e all’apertura della fruizione pubblica degli impianti sportivi”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti