Commenta

M5S Lombardia, bocciata mozione
per dismissione inceneritori, Degli Angeli:
"Lega Nord è un disastro ambientale"

Non è stata approvata la mozione del M5S al Consiglio regionale di martedì per la progressiva dismissione degli inceneritori in Lombardia. Il consigliere pentastellato Degli Angeli: "La capacità d’incenerimento di rifiuti è sovradimensionata grazie alla raccolta differenziata e al comportamento virtuosi dei cittadini".

Durante il Consiglio regionale a Milano nella giornata di martedì 2 luglio, la maggioranza ha bocciato la mozione del M5S che chiedeva la progressiva dismissione degli inceneritori in Lombardia.

Marco Degli Angeli, consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta così la decisione presa al Pirellone: “La Lega Nord è un disastro ambientale, vuole continuare a bruciare i rifiuti delle altre regioni. Non sta né in cielo né in terra che in Lombardia l’emergenza ambiente sia affrontata con superficialità e leggerezza senza pari. Servono azioni per una situazione d’emergenza e le soluzioni devono essere drastiche. La capacità d’incenerimento di rifiuti della Lombardia, con 13 strutture, è ampiamente sovradimensionata e anno dopo anno la produzione di spazzatura diminuisce grazie alla raccolta differenziata e al comportamento virtuosi dei cittadini”.

“È assurdo”, aggiunge Degli Angeli, “che sia stata bocciata una mozione che chiedeva la transizione verso l’economia circolare, il consolidamento della gestione di prossimità dei rifiuti e lo sviluppo di soluzioni innovative di recupero. Non è possibile respingere un atto che chiede azioni sacrosante e non rimandabili oltre.  Il voto contro la nostra mozione sbugiarda la Lombardia stessa che nel 2014 aveva iniziato a lavorare al decommissioning dell’inceneritore di Cremona, poi bloccato dal nefasto Sblocca Italia. Vogliono bruciare i rifiuti di altre regioni. La Lombardia ha bisogno della dismissione progressiva degli impianti, a partire da quelli più vecchi e inquinanti. La Lombardia non respira e la Lega, insieme al centrodestra, sono corresponsabili di una gestione dei rifiuti non responsabile”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti